lunedì 30 Gennaio 2023

I giovani di Latina orfani di città, questa campagna elettorale si accorgerà di loro?

di Lidano Grassucci – In economia le risorse si definiscono economiche se sono “scarse”, quando sono poche, e questo le dà valore. Qual è la risorsa più scarsa in Italia? I giovani, perché siamo il paese più vecchio nel continente, più vecchio del mondo. E Latina ha il suo “petrolio” nella forza di avere tanti giovani, la comunità più giovane d’Italia.

I giovani cambiano la città, hanno “inventato” la zona dei pub nel centro storico, hanno riempito il centro che i vecchi, le amministrazioni, le ragioni economiche hanno svuotato. Ma questo petrolio è ignorato, la campagna elettorale, i giornali, parlano di tutto, di ogni male del mondo, ma neanche un cenno a questo mondo. I giovani di Latina hanno fatto il miracolo di portare il rumore a Piazza del Popolo (Moravia diceva di questi spazi erano di silenzio) nella necessità di “passare” da corso della Repubblica alla zona dei pub. Una rivoluzione per noi ex giovani che quella piazza quasi neanche sfioravamo, schierandoci per parti di sogni tra piazza della Libertà e piazza San Marco con il rumore che rimbombava solo sotto i portici.

I giovani sono “petrolio”, ma il Comune, e non solo, ignora la loro stessa presenza: nessun riconoscimento ai laureati, anonimato nei rapporti tra amministrazioni e scuole, assoluta incapacità di creare rete. Vuoto umano, come di padri che “uccidono”, negandoli, i figli. Negli anni “trascorsi” hanno pensato che lo sviluppo era “muovere merci”, che non avevamo, e non “promuovere cervelli” che avevamo più di altri. Il nodo è tutto qui, qui si spiega lo spreco dell’intermodale e la fuga dei ragazzi verso altre città. Noi abbiamo ucciso le opportunità, perché i giovani, se non trovano possibilità, le cercano e le cercano altrove. Ci siamo occupati di urbanistica, di fare case, ma nessuno ha accennato al bisogno di vedere i bisogni di chi ci avrebbe dovuto vivere. Abbiamo una urbanistica chiacchierata e un silenzio sul futuro.

Lo capiranno in questa campagna elettorale? No, vi parleranno di passato che non conoscono, di case, di cui non avete bisogno, e di paura cose che sono solo scritte, mai vere. E il petrolio? Sarà raffinato altrove e sarà propulsore di altri motori.

*In foto un’immagine della manifestazione di solidarietà per il giudice Aielli partita dai ragazzi delle scuole

Lidano Grassucci
Direttore di LatinaQuotidiano fino ad Aprile 2018. Giornalista professionista, laureato in scienze politiche, è stato direttore de Il Territorio, Tele Etere, Economia Pontina, caposervizio presso Latina Oggi e autore di numerose pubblicazioni.

CORRELATI

spot_img
spot_img