domenica 21 Luglio 2024
spot_img

I cittadini di Aprilia in piazza contro le mafie chiedono lo scioglimento per infiltrazioni

L’obiettivo dei cittadini e delle Associazioni antimafia è arrivare ad un lungo scioglimento per infiltrazioni mafiose del comune di Aprilia, con l’obiettivo di ricreare le condizioni di agibilità politica.

La richiesta è arrivata durante una manifestazione di piazza. Tante le persone presenti all’evento organizzato da Reti di giustizia, Associazione, politici, cittadini. L’appuntamento a piazza Roma. I presenti, alla luce delle indagini, hanno chiesto che consiglio comunale e giunta apriliani siano sciolte immediatamente come è accaduto per i comuni di Anzio e Nettuno.

“Quando nel 2018 abbiamo chiesto al comune di costituirsi parte civile nel processo Gangemi – ha detto Irene Giusti presidente di Reti di Giustizia – ci sono state resistenze e non si è presa una posizione, oggi sappiamo il perché.

L’allora vicesindaco Lanfranco Principi, era l’uomo di mezzo tra il clan mafioso e l’amministrazione. Nella ricostruzione fatta dalla Procura di Roma emergono responsabilità politiche evidenti di alcuni soggetti che facevano parte di quella maggioranza. Oggi chiediamo lo scioglimento del consiglio comunale e della giunta e l’immediato commissariamento dell’ente comunale”.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img