martedì 28 Giugno 2022

Huyck Wangner Italia licenzia anche a Latina, Femca Cisl: l’azienda rifiuta ogni accordo

L’azienda Huyck Wangner Italia SPA ha annunciato 13 licenziamenti tra gli stabilimenti di Latina, Gallarate e Cardano del Campo. La maggior parte degli esuberi sono nel sito pontino, per questo è intervenuta la Femca Cisl di Latina, che rappresenta interamente la Rsu dello stabilimento di via Persicara, per stigmatizzare il comportamento della società.

Infatti, durante i numerosi incontri svoltisi presso la sede di Unindustria Latina tra i dirigenti dell’azienda, i rappresentanti del gruppo Xerium e i sindacati, “non è stata raggiunta nessuna intesa con i lavoratori, in quanto la società ha rigettato le proposte formulate dal sindacato confederale al fine di ridurre il numero dei licenziamenti oppure, in alternativa, sottoscrivere un accordo su base economica che potesse garantire un’uscita dignitosa ai lavoratori impattati dalla procedura poiché nessuno ha i requisiti per la pensione”.

Anche durante l’incontro dello scorso 3 aprile presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali non si è arrivati a nessun accordo. “È a prima volta che con Huyck saltano le relazioni sindacali e quindi non si raggiunge un accordo – commenta Bruno Di Giacomo, Segretario della Femca Cisl di Latina -. Viene tolta quindi un’intera funzione organizzativa solo per ridurre solo i costi aziendali? Speriamo che questa operazione sia un progetto che guardi al futuro e non ad un risparmio immediato per la sopravvivenza a tempo. Seguiremo con grande attenzione il futuro di questa azienda che non può vivere alla giornata”.

CORRELATI

spot_img
spot_img