domenica 25 Settembre 2022

Green pass, da quando e come ottenerlo in Italia

In sette Paesi europei è già attivo il green pass che in Italia sarà pronto non prima del 10 giugno prossimo, come risulta a Key4biz, e come promesso da Mario Draghi: “il governo italiano ha introdotto un pass verde nazionale, che entrerà in vigore a partire dalla seconda metà di maggio”.

La piattaforma per generare il certificato italiano, realizzata da Sogei, è stata affidata lo scorso primo giugno, chiavi in mano, al Ministro dell’innovazione tecnologica e transizione digitale e al Dipartimento per la trasformazione digitale.

Tra una settimana, quindi, sarà on line il nuovo sito “Digital Green Certificate” che permetterà anche ai cittadini italiani interessati ed in possesso dei requisiti richiesti di scaricare il green pass.

Il Gateway dell’Ue, intanto è già attivo con un mese d’anticipo rispetto all’entrata in vigore del regolamento che istituirà il Pass. Si tratta della piattaforma informatica che consente il riconoscimento reciproco dei certificati tra gli Stati membri dell’Ue.

Come ottenere il Green Pass

Su Immuni, in modo anonimo e non violando la privacy degli utenti, funzionerà così: l’utente inserirà uno dei codici consegnati (CUN/NRFE/NCUG/OTP) quando fa il vaccino o tampone o visita per accertare la guarigione dal Covid e poi digita le ultime 8 cifre della tessera sanitaria e la sua data di scadenza. Immuni genera il codice Qr che si può salvare su smartphone ed anche stampare. Il green pass sarà disponibile sul fascicolo sanitario elettronico, come previsto dal decreto Semplificazioni in vigore da oggi, sull’app IO attraverso una notifica per chi è registrato.

Il certificato Covid si potrà scaricare da un nuovo sito, che si chiamerà ‘Digital Green Certificate’, tra le opzioni dei domini dgc.gov.it di proprietà della presidenza del Consiglio dei ministri, attraverso una di queste modalità:

Spid

Cie (Carta d’identità elettronica)

CNS (Carta Nazionale dei servizi)

Tessera Sanitaria

Poi sarà richiesta la verifica dell’identità dell’utente digitando il codice OTP ricevuto via sms/email. Il pass ottenuto sarà un QR-Code che si potrà stampare o far visualizzare dallo smartphone alle forze dell’Ordine e agli altri soggetti autorizzati a verificarlo attraverso un’app dedicata. 

I tre requisiti per avere il Green Pass raccomandati dalla Commissione europea:

  • 14 giorni dopo aver ricevuto l’ultima dose, le persone che hanno completato il percorso vaccinale, attestato da un certificato di vaccinazione conforme al certificato COVID digitale UEdovrebbero poter viaggiare senza necessità di test o quarantena. La stessa esenzione dovrebbe valere per le persone guarite dal coronavirus che hanno ricevuto una delle due dosi di un vaccino bidose. Lo Stato membro che accetti anche in altre situazioni una prova di avvenuta vaccinazione per esentare dalle limitazioni della libertà di circolazione, ad esempio dopo la somministrazione della prima dose di un vaccino bidose, dovrebbe accettare anche, alle stesse condizioni, il certificato di vaccinazione con un vaccino contro la COVID-19. Qui, il riferimento è anche all’Italia in cui il Green Pass sarà rilasciato dopo la prima dose e sarà validato 15 giorni dopo.
  • Nei 180 giorni successivi a un test PCR positivo, le persone guarite dal coronavirus in possesso di un certificato conforme al certificato COVID digitale UE dovrebbero poter viaggiare senza necessità di test o quarantena.
  • Le persone in possesso di un certificato di test valido, conforme al certificato COVID digitale UEdovrebbero essere esentate dagli eventuali obblighi di quarantena. La Commissione propone un durata di validità uniforme dei test: 72 ore per i test PCR e, se lo Stato membro li accetta, 48 ore per i test antigenici rapidi.

Katiuscia Laneri
Giornalista pubblicista dal 1997. Conduttrice, scrittrice, videoreporter pluripremiata e pioniera dei new media. E' stata, tra le altre esperienze, fornitore di servizi per RAI TgR e corrispondente freelance per diverse testate e agenzie nazionali, anche da teatri di guerra quali Afghanistan, Libano e Kosovo. Esperta di economia turistica con la passione per le produzioni televisive.

CORRELATI

spot_img
spot_img