domenica 29 Gennaio 2023

Grazie ai “fascisti” che hanno dimostrato la validità della libertà dei liberi

Grazie, debbo dire grazie ai contestatori della Boldrini. Quelli che gridavano, che inveivano, che salutavano a mani piatte verso il cielo come a ordinare 5 caffè. Voi sapete che a me piacciono ristretti e quindi ordino sempre a pugno chiuso. Li ringrazio perché hanno dimostrato, fattivamente, che la libertà è superiore, ed evidenziato la bellezza che contro la canaglia fascista abbiamo vinto noi. A ruoli invertiti i contestatori sarebbero finiti a Ventotene, nel migliore dei casi, se non erano già morti in Africa orientale, nel deserto libico, nella steppa russa o nel vile attacco alla Francia già sconfitta. Grazie, e lo dico da chi trova il sindaco Coletta un somaro amministrativo, il suo mondo inutile e la sua personale considerazione di se oltre ogni limite. Trovo anche la Boldrini, terza carica dello Stato, l’esempio di una sinistra fighetta che a me figlio e nipote di butteri non piace per niente. Ma la bellezza amici miei è il rumore, la calma piatta sarebbe insopportabile.

Grazie a tutti, ciascuno ha recitato la sua parte: i nostalgici hanno “nostagiato”, gli innovisti “innovato”, i retori “retorato”. Io sono felice che i giardinetti da oggi torneranno ai bambini, alle mamme, ai fidanzati, alle chiacchiere, senza simboli pesanti. Grazie a tutti, credo nella libertà proprio per questo.

Wiston Churchill salvò l’Inghiltera e l’impero dai nazisti, alle elezioni successive contò sulla “riconoscenza” della sua gente, perse perchè votarono laburista. La moglie disperata: “Wiston abbiamo perso”. Lui serafico, e gli duoleva, rispose: “no, amor mio, abbiamo vinto perchè abbiamo combattuto perchè si potesse scegliere, anche contro di noi”. Grazie ai tanti “fascistini” avete goduto della nostra libertà, di tutti.

La terza carica dello Stato? Ritornata a roma, domani ci sarà il sole ed io farò una passeggiata ai giardinetti.

Lidano Grassucci
Direttore di LatinaQuotidiano fino ad Aprile 2018. Giornalista professionista, laureato in scienze politiche, è stato direttore de Il Territorio, Tele Etere, Economia Pontina, caposervizio presso Latina Oggi e autore di numerose pubblicazioni.

CORRELATI

spot_img
spot_img