Home Sport Gli anni d’oro del basket e del volley, quando andare a vedere...

Gli anni d’oro del basket e del volley, quando andare a vedere le partite era di moda

0
KC Rivers, uno dei più vincenti americano che abbia mai calcato i parquet europei, è stato portato nel vecchio continente proprio dall'Ab Latina

Ricostruire le storia del basket a Latina non è facile, tante società, risultati importanti soprattutto a livello giovanile e molti nomi di ricordare.

Lo faremo in questo spazio, ma iniziamo con un compito più facile, col volley.

Più facile perché gli alti livelli raggiunti dal volley pontino non affondano le radici nella storia della città, ma sono decisamente più recenti.

Prima del trasferimento a Cisterna, infatti, la Top Volley Latina ha scritto pagine importanti dello sport locale e nazionale.

Il club è stato fondato nel 1972 a Cori ed ha sempre espresso talento e dedizione. Ma è con l’approdo alla massima serie che arrivano i risultati da ricordare. Il periodo migliore resta quello che va dal 2012 al 2015. Ma è nel 2007/2008 che arriva il primo trofeo nazionale: la coppa Italia di serie A2.

Sotto la guida del presidente Falivene la società pontina ha centrato per ben due volte le semifinali scudetto giocando rispettivamente contro Trento e contro Modena.

Allo stesso tempo le soddisfazioni sono arrivate anche dalle coppe europee: la Top Volley Latina è stata vicecampione della coppa Cev per due anni di fila, sconfitta in finale sempre da formazioni turche: prima l’Halkbank Ankara e poi il Fenerbache Istanbul.

Per quanto riguarda il basket, anche in questo caso ci limiteremo ad alcuni cenni storici per passare poi alla storia più recente, e gloriosa.

Sono tante le società, soprattutto a livello giovanile, che hanno dato lustro al basket di Latina, sia maschile che femminile. Dall’Asso Sport, allo Sport Management Group, alla Cestistica Latina e ci perdoni chi abbiamo dimentica. Chi, però, si lascia ricordare per i risultati ottenuti a livello senior è l’Ab Latina, oggi Benacquista Latina Basket, e la Pallacanestro Latina, che fu la prima società cittadina. Proprio da alcuni fuoriusciti dalla Pallacanestro Latina, nel 1968, nasce l’Ab.

Una società che arriva ai vertici del basket nazionale nell’anno di grazia 2008-09 quando a squadra, dopo il 1º posto in stagione regolare della B d’Eccellenza, riesce a conquistare la prima promozione in Legadue della sua storia, battendo la Virtus Siena per 77-68 nella decisiva gara-5.

La squadra rimane in Legadue solamente per una stagione. La squalifica per doping di Mauro Liburdi e la cessione alla Benetton Treviso della guardia K.C. Rivers, fanno da preludio a svariati movimenti di mercato che non servono però ad evitare l’ultimo posto in classifica.

La rivoluzione arriva nel 2010, con l’entrata in società del cavalier Lucio Benacquista.
Una stagione che vede la Benacquista Latina ai nastri di partenza del torneo di serie A Dilettanti 2010-2011; torneo concluso al nono posto nel girone B. Costretta a disputare i play-out salvezza, sconfigge l’Aquila Basket Trento in due gare, riuscendo così a mantenere la categoria.

Sono anni di grandi soddisfazioni per i tifosi pontini, che affollano gli spalti del PalaBianchini per ammirare le gesta i giocatori come Carrizo, Canavesi, l’americano Keron Deshields e, in momenti differenti, l’attuale capitano Bisconti.

Il su e giù tra le varie leghe nazionali si stabilizza nella stagione 2015/2016 quando, a seguito della modifica dei campionati e della creazione di una sola Serie A2 suddivisa in Girone Est e Girone Ovest, la Benacquista prende parte alla conference Ovest conquistando meritatamente la permanenza nella categoria.

L’apice della sua storia la società nerazzurra lo raggiunge nella stagione 2018/19. Latina si qualifica alla Final Eight di Coppa Italia, eliminata da Treviso, e conquista l’accesso ai quarti di finale play-off promozione, uscendo solo in cinque partite contro la favorita numero uno per la vittoria finale Montegranaro (arrivata in 2ª posizione nel Girone Est).

Exit mobile version