venerdì 9 Dicembre 2022

Giornata della Memoria, le iniziative in provincia di Latina per omaggiare l’anniversario della liberazione di Auschwitz

In occasione della Giornata della Memoria, che ricorre mercoledì 27 gennaio, sono diverse le iniziative che si svolgeranno in provincia di Latina per commemorare il 71° anniversario della Liberazione del campo di sterminio di Auschwitz.

A Sezze l’appuntamento è per il 27 gennaio alle 20.30 presso il Centro polifunzionale “Le Colonne di Tito”, dove si riuniranno diverse associazioni per un omaggio alle donne mandate a morire nel campo di sterminio di Ravensbruck. La loro storia verrà raccontata dalla voce delle rappresentanti, tutte femminili, di ogni associazione che ha aderito all’iniziativa, che si daranno il cambio sul palco: “Acta Teatro”, Associazione “Femineus” di Priverno, Associazione “Memoria Storica”, Comunità di Sant’Egidio, “I Turapitto”, la scuola ISISS Pacifici De Magistris, Assocazione teatrale “Le Colonne”, “Lettera 22”, “MatutaTeatro”, “Parsifal”, Giovanna Mulè e Teresa Andreozzi.

Cori partecipa alla giornata della Memoria inviando una delegazione comunale composta dal Sindaco di Cori Tommaso Conti, l’Assessore alle Politiche Sociali Chiara Cochi e l’Assessore al Bilancio Mauro De Lillis, ospite della cittadina di Oświęcim, proprio al campo di sterminio di Auschwitz. Alla Giornata della Memoria, il 27 Gennaio, parteciperanno politici e intellettuali locali e internazionali, e gli ultimi sopravvissuti alla Shoah. Dopo la cerimonia a Piazza Tadeusz Kościuszko, con la deposizione dei fiori ai piedi del Monumento ai Caduti, le celebrazioni continueranno al museo statale di Auschwitz – Birkenau e al Museo civico situato nel Castello. Gli studenti del ‘Chiominto’ invece saranno nel quartiere ebraico di Cracovia (Kazimierz), set del film Shindler’s List.

A Latina gli alunni dell‟I.C. A. Volta, del Liceo Scientifico G. B. Grassi e del Liceo Classico Alighieri, insieme agli attori Melania Maccaferri e Clemente Pernarella, daranno voce alle storie di “vittime”, di uomini e donne sopravvissuti alle stragi naziste. L’appuntamento è per le 10.30 presso l’Auditorium Ponchielli, dove ci sarà poi l’incontro con l’autore del libro “Io ho visto”.

A Maenza il Giorno della Memoria diventa occasione per ricordare le figure delle giovani vittime della violenza nazifascista, Ugo Forni e Maurizio Cecati, e fare un percorso nella memoria della Resistenza con un’attenzione particolare al ruolo dei giovani.

A Fondi saranno due le iniziative promosse dal Comune rivolte “sia al mondo della scuola che ai cittadini tutti per stimolare la voglia di studiare e approfondire la storia delle leggi razziali e della Shoah, contribuire a generare nei giovani gli anticorpi contro il pregiudizio e diffondere una cultura dell’accoglienza e del rispetto delle diversità”, come hanno spiegato il Sindaco Salvatore De Meo e l’Assessore alla Cultura Beniamino Maschietto.

Il primo appuntamento è martedì 26 Gennaio alle ore 11 presso l’Auditorium con la rappresentazione teatrale “Destinatario sconosciuto”, adattamento drammaturgico dell’omonimo romanzo epistolare di Katherine Kressmann Taylor, pubblicato nel 1938. Lo spettacolo, ad ingresso gratuito, è riservato agli studenti delle classi dell’ultimo anno degli Istituti superiori di Fondi e sarà replicato per la cittadinanza, sempre ad ingresso gratuito, Sabato 30 Gennaio alle ore 18.30.

Domenica 31 alle ore 18 presso la Sala convegni del Castello Caetani si svolgerà il convegno dal titolo “Il Dovere della Memoria”, con la presentazione del progetto vincitore del Concorso internazionale per la realizzazione di un “Memoriale della Shoah” a Bologna, di cui è autore l’architetto ventinovenne di Fondi Onorato Di Manno insieme ai suoi colleghi Andrea Tanci, Gianluca Sist, Lorenzo Catena e Chiara Cucina. Dei 284 progetti arrivati in prima fase, la Giuria presieduta dal celebre architetto Peter Eisenman ha selezionato 4 progetti portandoli alla seconda fase del concorso per i necessari approfondimenti realizzativi, scegliendo infine il progetto vincitore. Interverranno il Sindaco di Fondi Salvatore De Meo, l’Assessore alla Cultura Beniamino Maschietto, l’Architetto Onorato Di Manno, il Presidente della Comunità Ebraica di Bologna Daniele De Paz e il Senatore Claudio Fazzone.

CORRELATI

spot_img
spot_img