sabato 22 Gennaio 2022

Cambiamenti nel comportamento dei giocatori d’azzardo online durante l’emergenza COVID-19

La pandemia di Covid-19 è diventata una delle principali priorità per la salute pubblica in tutto il mondo. La malattia ha preso più di 2 milioni di vite. Per prevenire l’ulteriore diffusione del virus, le autorità hanno implementato misure rigorose, come la chiusura di luoghi pubblici come ristoranti, bar, club e casinò. I settori dell’intrattenimento e del turismo sono stati colpiti, il che ha portato all’indebolimento delle economie di molti paesi. I funzionari sanitari hanno esortato le persone a rimanere a casa e a limitare i loro contatti sociali.

Cercando di gestire la noia durante il blocco causato dal virus mortale, molte persone hanno iniziato a spendere molto di più sui propri PC, smartphone o tablet. Questo, d’altra parte, ha portato al notevole aumento del tempo trascorso nei casinò online. Secondo una recente ricerca sugli effetti del Covid-19 sulle abitudini di gioco tra i britannici, il 24% dei giocatori di casinò esistenti ha iniziato a trascorrere più tempo nei casinò virtuali.

È stato riferito che la ricerca di servizi di gioco d’azzardo online è aumentata da quando è stato messo in atto il blocco. Pertanto, è sicuro affermare che l’industria del gioco d’azzardo online è stata ed è tuttora tra i pochi settori economici che non sono rimasti colpiti dalla pandemia di Covid-19. Inoltre, sembra che il virus abbia persino contribuito alla prosperità del settore.

Il Covid-19 stimola un’enorme ondata di gioco d’azzardo online

Molti paesi hanno segnalato un aumento allarmante della raccolta di gioco durante la pandemia di Covid-19. L’Italia è stato uno dei paesi più colpiti dal virus mortale. Tuttavia, i dati mostrano che anche il rendimento lordo di gioco derivante dalle attività di gioco d’azzardo online ha registrato un aumento significativo. Secondo il rapporto annuale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli pubblicato il 10 settembre 2021, la raccolta online nel 2020 è stata pari a 49,2 miliardi di euro (+35% rispetto al 2019), il 55,7% delle giocate complessive in Italia.

D’altra parte, il totale della raccolta su rete fisica ha segnato una discesa del 47,2% rispetto al 2019, attestandosi a 39,1 miliardi di euro. Come conseguenza, il volume totale di denaro giocato in Italia nel 2020 è calato del 20% al valore di 88,38 miliardi di euro. La drastica discesa del volume totale di gioco è dovuta alle chiusure al gioco fisico imposte per limitare la diffusione del Covid-19. Per più informazioni sull’industria del gioco d’azzardo in Italia e nel mondo puoi recarti al casinoguardian.it, la fonte online numero uno sul gioco d’azzardo.

Problemi di gioco in aumento

Il numero di persone che si dedicano ad attività di gioco d’azzardo è drammaticamente aumentato dopo l’annuncio delle misure di blocco. Gli esperti spiegano che tre sono le possibili ragioni che hanno portato a questa tendenza: stress, instabilità finanziaria e isolamento. Tuttavia, la pandemia di Covid-19 ha portato a un aumento senza precedenti del gioco d’azzardo compulsivo.

Secondo uno studio condotto dall’ISS, durante il lockdown, il tempo medio che i giocatori dedicano al gioco è aumentato di quasi un’ora. Inoltre, l’1,1% di coloro che hanno dichiarato i non aver giocato prima della pandemia ha dichiarato di aver iniziato a giocare proprio nel periodo di totale restrizione, mentre il 19,7% di coloro che già giocavano ha incrementato l’attività totale di gioco e questo è accaduto più frequentemente ai giovani e ai coloro che avevano un consumo rischioso di alcolici e psicofarmaci. Anche la depressione e l’ansia risultano significativamente correlati ad un aumento dell’attività di gioco durante il lockdown.

Casinò terrestri e negozi di scommesse sportive impoveriti per il Covid-19

Mentre l’industria del gioco d’azzardo online sta semplicemente sbocciando in mezzo alla pandemia di Covid-19, il blocco ha avuto un effetto disastroso sui casinò terrestri e sull’industria delle scommesse sportive. I veri stabilimenti di gioco sono stati costretti a cessare le operazioni per mesi. Ciò ha comportato perdite significative di entrate.

Gli addetti ai lavori affermano persino che alcuni stabilimenti di gioco d’azzardo rimarranno probabilmente chiusi per sempre, non potendo riprendersi dalle perdite finanziarie. Molte sale da gioco hanno riportato il peggior calo delle entrate di sempre. Secondo l’American Gaming Association, le entrate del gioco commerciale negli Stati Uniti sono scese a $2,3 miliardi, che rappresenta un calo del 78,8% per il secondo trimestre del 2020.

La situazione non è migliore per il settore delle scommesse sportive. Anche le scommesse sportive online hanno subito gravi perdite finanziarie poiché molti eventi sportivi sono stati rinviati. Nell’ottobre 2020, la Spagna ha riferito che le scommesse sportive convenzionali sono diminuite del 49%. Il forte calo delle entrate delle scommesse sportive e la cancellazione di molti eventi sportivi hanno aperto la strada allo sviluppo del settore delle scommesse eSports, che è l’aspetto positivo di questa situazione.

CORRELATI

spot_img
spot_img