E’ arrivata oggi, 21 febbraio, in tarda mattinata, la decisione del tribunale della Libertà.

I giudici hanno stabilito che Gina Cetrone e il marito Umberto Pagliaroli.

Stessa sorte per Armando Di Silvio e i figli Samuele e Gianluca, per i quali è stata confermata l’ordinanza e la misura cautelare in carcere.

Il ricorso è stato discusso il 17 febbraio scorso dall’avvocato Lorenzo Magnarelli, per Cetrone, Oreste Palmieri per i tre Di Silvio e dall’avvocato Gallinari per Pagliaroli.

Per le motivazioni sarà necessario attendere 45 giorni e gli avvocati valuteranno, a quel punto, il ricorso in Cassazione.

Gina Cetrone, Umberto Pagliaroli, e i tre Di Silvio sono accusati a vario titolo di estorsione e per irregolarità nelle elezioni amministrative 2016 a Terracina.