domenica 5 Febbraio 2023

Gelato amico o nemico della nostra linea? 3 trucchetti per gustarlo in tranquillità!

Con il caldo che avanza e che non molla la presa il gelato è un piacere per il palato! Oltre ad essere un simbolo dell’estate, dell’infanzia e dell’amicizia! Motivi più che validi per rendere il gelato molto più che un alimento! Ma qual è il modo migliore per consumare il gelato? E conosciamo quali nutrienti apporta? Meglio artigianale o confezionato?

Iniziamo dall’apporto calorico. Mediamente un gelato artigianale alla frutta si aggira intorno alle 130-170 Kcal/ 100 gr che aumentano a 220-270 Kcal per i gelati alle creme. Ovviamente tra tutti i gelati il ghiacciolo rimane quello meno calorico, mentre il classico cono insieme ad alcuni gelati confezionati salgono nella hit parade delle calorie.

Il gelato è un piacere che possiamo tranquillamente goderci a qualsiasi età, senza bisogno di demonizzarlo, sempre restando in un’alimentazione equilibrata. Ricordiamo sempre che il gelato, essendo per la maggior parte composto di zuccheri semplici, ha un indice di sazietà molto basso; quindi come conciliamo questo piacere per il palato con la nostra linea? Bastano tre semplici trucchetti:

1) Evitiamo di sostituirlo al pasto principale! Rischiamo di tornare presto ad avere fame. Inoltre mangiato a fine pranzo (meno dopo cena) le fibre ci aiuteranno ad assimilare gli zuccheri più lentamente.

2) Cerchiamo sempre di ordinare i gelati di dimensioni più piccole, e ricordiamoci di non mangiare mai dalla vaschetta, rischiamo di non limitarci!

3) Per rinfrescarsi si può sostituire il gelato con sorbetti alla frutta o con i ghiaccioli.

Gelato BananaPer i più esperti si può pensare di preparare il gelato in casa con l’aiuto di una gelatiera. Io adoro il gelato alla banana: 300gr banane mature, 40 gr zucchero 100 ml acqua! A piacimento possiamo aggiungere una spolverata di cannella o cacao amaro. Fresco, delizioso e light!

CORRELATI

spot_img
spot_img