Lazio pride

Crescono le possibilità che Latina possa ospitare il Lazio Pride 2019, il gay pride regionale. 

Gli organizzatori hanno eletto il capoluogo pontino a finalista, nello scontro finale contro Frosinone e un’altra città ancora da scegliere.

Un inedito derby insomma.

Latina potrebbe ospitare la manifestazione per la terza volta, dopo il 2016 sul lungomare e il 2017 in centro. 

“Una scelta che ci riempie di orgoglio – ha commentato Marilù Nogarotto, Presidente di Arcigay Latina -. Il Lazio Pride è nato qui e sarebbe bellissimo riportarlo per il cinquantenario di Stonewall, cosí a celebrare i 50 anni di Pride a livello mondiale”.

La scelta di tenere il gay pride a Latina aveva scatenato polemiche politiche. Da una parte Fratelli d’Italia ostile alla manifestazione. Dall’altra LBC a partire dal segretario Francesco Giri e dal sindaco Coletta che invece sono ben disposti per tenere di nuovo a Latina la manifestazione dell’orgoglio omosessuale.