Lazio pride

Latina potrebbe ospitare di nuovo il Lazio Pride, il gay pride in salsa regionale. La città capoluogo pontino è stata candidata per ospitare nuovamente la manifestazione. Se la dovrà contendere con Albano Laziale, Frosinone, Ostia, Viterbo e Guidonia.

Il Comitato Lazio Pride ha lasciato la scelta ai suoi sostenitori, che possono votare la città preferita sui canali Facebook e Instagram.

Chi riceverà più voti arriverà direttamente in finale, ipotizzando realisticamente di ospitare la manifestazione.

Le prime due manifestazioni si sono svolte a Latina, l’ultima ad Ostia. 

La prima manifestazione del 2016 si tenne sul lungomare. La seconda arrivò nelle vie del centro e vide la presenza di Nicola Zingaretti, e di Tiziano Ferro che mandò un messaggio video. 

Visto il successo delle due precedenti, non è da escludere che gli organizzatori vogliano puntare nuovamente sul capoluogo pontino.