sabato 2 Luglio 2022

Galletti a Latina per Calandrini, il ministro striglia il Comune: fare di più per la differenziata

Il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti è stato ieri a Latina per portare il suo sostegno al candidato sindaco Nicola Calandrini. L’occasione è servita anche a fare il punto su alcune tematiche ambientali. Il tema chiave è l’incentivazione della raccolta differenziata per ridurre i rifiuti da conferire in discarica, tema su cui il Ministro non ha risparmiato critiche al Comune: “Bisogna puntare sulla raccolta differenziata – ha spiegato il Ministro -. Il Comune di Latina può fare meglio e può fare di più. Questo è il metodo con il quale si evita di mandare i rifiuti in discarica. Noi abbiamo una legge che impone ai comuni di arrivare al 65% di raccolta differenziata, qui siamo molto lontani da questa percentuale. C’è stato un incremento tra il 2014 e il 2015 e questo è apprezzabile, ma la strada è lunga, quindi io mi aspetto un maggiore impegno da parte del Comune. Da parte nostra noi stiamo dando tutti gli strumenti per aiutare i Comuni a incentivare la raccolta differenziata”. Galletti ha colto l’occasione anche per parlare della centrale nucleare di Borgo Sabotino, dove presto potrebbe sorgere il deposito di scorie nucleari. Il ministro ha invitato a non cedere al terrorismo psicologico e alla sindrome del “Not in my backyard” (Non nel mio cortile): “Attenzione a dire che un deposito di scorie porta morte e distruzione, perché non è vero. Non cediamo a queste debolezze”.

Il candidato sindaco Nicola Calandrini ha colto l’occasione per parlare con il Ministro Galletti di alcuni temi importanti per la città. “Questa visita ci dà prestigio e ci dà modo di chiedere al ministro di intervenire sualcuni  aspetti critici, sia per quanto riguarda l’ambiente, sia per la tutela del mare. Avremo un interlocutore a cui chiedere eventualmente la possibilità di sostenerci nel momento in cui dovessimo avere la guida di Latina”. Criticità che appunto Calandrini identifica nel rapporto con la Sogin ed eventuali investitori interessati alla realizzazione del Porto a Rio Martino. “La portualità è un fatto importante – ha detto il candidato sindaco -, tanti sono pronti a investire sul porto a Latina. Quindi vogliamo certezze per pianificare un intervento negli anni successivi. Parleremo anche di centrale e discarica, chiederemo al ministro un impegno vero affinché queste servitù cessino di esistere e si possa avere un ristoro al governo. Vorremmo riprendere questi temi per dare una vocazione turistica al territorio e un futuro diverso alla nostra città”.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo è parte della redazione di LatinaQuotidiano dal 2014. Qui ha alimentato la sua passione per il giornalismo, l'informazione e il web. Nei suoi studi figurano una laurea in Editoria Multimediale e Nuove Professioni dell'Informazione e un master in Web & Social Media Marketing.

CORRELATI

spot_img
spot_img