veliero-affondato-Gaeta

Un veliero è affondato ieri al largo di Gaeta. Salvi i due diportisti che erano a bordo. Provvidenziale è stato per loro l’intervento della Guardia Costiera di Gaeta. La nave era salpata da Geta ed era diretta a Nettuno, quando ha iniziato ad imbarcare acqua. Subito è scattato l’allarme ed è intervenuta una motovedetta della Guardia Costiera. L’imbarcazione era a circa un miglio e mezzo dal litorale di Serapo. La Guardia Costiera è riuscita a recuperare i due diportisti, ma non ha potuto fare nulla per evitare che affondasse la nave, una unità a vela d’epoca del 1912. La nave, 16 metri di lunghezza, si è inabissata in un punto profondo almeno 60 metri.

Impossibile intervenire, visto le condizioni proibitive del mare, con onde alte anche due metri.

La motovedetta della Guardia Costiera è rientrata in porto, dove i due naufraghi hanno ricevuto le cure del 118, visto che erano sotto shock e infreddoliti.

La Guardia Costiera ha avviato le indagini per capire cosa ha causato l’incidente e il repentino affondamento. Stando a quanto riferito dai due uomini a bordo, il veliero era stato da poco oggetto di lavori presso un cantiere locale.