Gaeta, una targa in memoria di Daniele Viola: la consegna della Protezione Civile

consegna-targa-daniele-viola-gaeta
La consegna della targa in memoria di Daniele Viola

Un gesto doveroso, un impegno per non restare indifferenti. L’altruismo dimostrato da un giovane ragazzo non può che vivere in eterno. E’ racchiuso qui il senso della consegna di una targa in memoria di Daniele Viola. La Protezione Civile “La Fenice” di Gaeta ha ricordato ieri il giovane scomparso prematuramente all’età di 24 anni. L’unica vittima, per tragica fatalità, dell’ incidente stradale all’Italcraft. Una vicenda che la sera del 3 gennaio ha sconvolto tutti, ma che allo stesso tempo ha risvegliato quel senso di appartenenza a una comunità. Alla rabbia e al dolore deve aggiungersi il coraggio, per impedire che in futuro possano verificarsi simili episodi.

“Abbiamo deciso di dedicare questa giornata a un nostro volontario – ha affermato il responsabile della Protezione Civile “La Fenice”, Aldo Baia – Un volontario che il destino ha portato via. Per questo, per farlo sentire sempre con noi, abbiamo pensato a una targa. Chiunque verrà nella nostra sede troverà sempre un volontario di nome Daniele.”

Un esempio da seguire, più che una commemorazione: “Daniele aveva partecipato a tante nostre missioni – ha continuato Baia – e a breve doveva partire imbarcato. Un ottimo elemento dalle grandi potenzialità: aveva preso diversi diplomi con la Protezione Civile. Tante le sue attività di salvataggio, come quelle antincendio sulle montagne del Sud Pontino.”

Commozione sul volto della mamma di Daniele Viola, durante il momento di scopertura della targa. Un ragazzo speciale, un punto di riferimento per la famiglia e per la città di Gaeta.

Il ricordo di Daniele non distoglierà l’attenzione dalla messa in sicurezza della via Flacca, in particolare nei pressi della piana di Sant’Agostino. “Ci siamo attivati immediatamente con la Prefettura – ha specificato il sindaco, Cosmo Mitrano – e sono iniziate le procedure per autorizzare una serie di interventi. La Prefettura ci ha scritto e ci ha chiesto una relazione. Il vice comandante Mauro Renzi assieme all’instancabile Aldo Baia risolveranno al più presto tutte le prassi burocratiche. Porteremo avanti con costanza questo progetto per cercare di migliorare la viabilità di una delle principali arterie stradali di Gaeta. L’obiettivo sarà di non piangere altro latte versato.”

SHARE