polizia stradale Latina

Quattro persone sono state proposte per l’applicazione del foglio di via obbligatorio da parte del commissariato di Gaeta.

Non potranno più tornare a nel comune tirrenico un 42enne, un 32enne ed un 24enne, tutti della provincia di Napoli con a carico numerosi precedenti di Polizia per reati contro il patrimonio, la persona ed altri gravi reati. 

I tre uomini, evidentemente ubriachi, hanno tentato di accedere ad uno stabilimento balneare di Serapo nonostante l’opposizione da parte dei gestori del lido: il motivo? Non stavano rispettando il necessario distanziamento sociale. La discussione è degenerata e dopo gli insulti, c’è anche stato un tentativo di aggressione. La situazione, per fortuna non è degenerata grazie al tempestivo intervento della volante che si trovava a pochi passi dal luogo.

Controllati, i tre non hanno saputo fornire agli operatori di Polizia una valida giustificazione circa la loro presenza in paese, cercando scuse evidentemente false. Nei loro confronti, considerato che non sono residenti nel comune di Gaeta, né vi svolgono nessuna attività lavorativa, il Questore della Provincia di Latina ha emesso il provvedimento di divieto di ritorno per tre anni nel citato comune.

Stesso provvedimento è stato emesso nei confronti di un 48enne, originario della provincia di Napoli, ma residente da diversi anni in un comune dei Castelli Romani.

Alla fermata dell’autobus di linea Cotral, il personale della polizia locale richiedeva l’ausilio di una volante visto che una massa di persone affollavano un mezzo pubblico, in violazione delle norme per il contenimento della diffusione da COVID-19. 

In particolare, un passeggero impediva all’autobus di ripartire, anche lui evidentemente brillo. Ostacolava le operazioni di trasbordo dall’autobus di linea, incitando gli altri passeggeri a non scendere da mezzo di linea.

Nella circostanza inveiva nei confronti degli operatori di polizia aggredendoli fisicamente.

L’uomo, con numerosi precedenti penali per droga, reati contro il patrimonio, spaccio di soldi falsi e violazione della normativa sugli stupefacenti, è stato denunciato per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale, nonché per istigazione a disobbedire alle leggi.

Anche nei confronti di quest’ultimo il Questore di Latina, sempre su proposta del commissariato di di Gaeta, ha emesso foglio di via obbligatorio con il divieto di ritorno per 3 anni.