Game of Thrones

Un ritorno d’immagine non indifferente, che ancora una volta consacra Gaeta regina dei set cinematografici.

La fine delle riprese del prequel di “Game of Thrones”, nella splendida cornice della Grotta del Turco, portano il nome della città pontina oltreoceano.

Le sue bellezze paesaggistiche e storiche potranno essere ammirate a breve sul canale statunitense HBO e su Sky da tutto il mondo.

A rimanere incantati da questo spettacolare patrimonio la troupe della serie, ospitata dai primi mesi di giugno a Gaeta per girare la maggior parte delle scene.

Circa 400 mila euro la somma spesa dalla produzione, la quale ha messo in moto una vera e propria macchina da guerra composta da 50 maestranze, 10 mezzi a mare, 4 motovedette, 6 subacquei e occupando 178 camere degli alberghi.

Gaeta è speciale e siamo stati benissimo – ha commentato il responsabile esecutivo Christopher Symes, durante l’incontro con il sindaco – Per me è un grandissimo successo e questo grazie a voi. Non escludiamo che torneremo per altri film”.

Tra gli attori che hanno soggiornato negli ultimi giorni anche Naomi Watts.

Su instagram ha pubblicato una serie di scatti con vista dall’Hotel Le Rocce.

La 50enne britannica ha apprezzato molto la cucina nostrana, non rinunciando, come documentano le foto, ad un piatto di linguine ai gamberoni.

“E’ una promozione mediatica senza precedenti – ha dichiarato Cosmo Mitrano – frutto del solo quotidiano e duro lavoro per consentire a Gaeta di crescere, facendo quel salto di qualità atteso da anni. Il turismo cinematografico rappresenta un tassello fondamentale per l’economia locale e per la valorizzazione della città. L’amministrazione comunale ha dialogato in un’ottica sinergica. Intendo ringraziare la Capitaneria di porto, il parco regionale riviera di Ulisse, la sezione navale della Guardia di finanza, le forze dell’ordine, Padre Nevio Viganò, rettore del santuario della SS. Trinità, i Vigili urbani, i guardiaparco, la Protezione civile, la Croce rossa e l’associazione I Tesori dell’Arte”.