Gaeta, stalking: bomba carta davanti casa dell’ex, denunciato 30enne

Polizia

La perseguitava, l’aveva già picchiata e minacciata diverse volte, infine, l’episodio più grave, le avrebbe fatto esplodere una bomba carta nei pressi dell’abitazione. A quel punto la donna, vittima di stalking, ha denunciato il suo aguzzino, un uomo di 30 anni di Gaeta sul quale ieri è stata disposta la misura cautelare del divieto di avvicinamento e di comunicazione. I fatti sono avvenuti appunto a Gaeta. Ad intervenire la Polizia Giudiziaria del commissariato locale dopo le indagini coordinate dall’autorità giudiziaria di Cassino. Stando a quanto appurato dagli agenti, nel 2017 la donna avrebbe subito percosse, minacce, ingiurie e lesioni personali in diverse occasioni dall’uomo con il quale aveva avuto una relazione. Fino all’episodio più grave un’esplosione nei pressi dell’abitazione, verosimilmente di una bomba carta.

La donna ha spiegato che i comportamenti del suo ex l’avrebbero sottoposta ad uno stato di timore ed ansia per la propria incolumità. Per questo ha persino lasciato la sua abitazione rifugiandosi da un conoscente.

Al fine di scongiurare ogni contatto tra l’uomo e la vittima ed a seguito delle risultanze investigative, l’Autorità Giudiziaria ha ritenuto di dovere emettere il provvedimento cautelare. Qualora il 30enne violasse l’ordinanza, verrà arrestato.

SHARE