Women and men celebrating at party for new years eve or carnival

di Daniela Pesoli – Sono quattro i carri allegorici che animeranno il carnevale di Gaeta insieme alle tante iniziative in programma nei giorni 16, 23 e 25 febbraio.

I capolavori realizzati dall’Associazione carristi del Golfo come sempre attirano molta curiosità in attesa delle sfilate che prenderanno il via da piazza XIX Maggio alle 14.30, dove è allestito il Villaggio del Carnevale, per tornarvi dopo aver attraversato piazza Carlo III e Fontana di San Francesco.

I carri sono lunghi sedici metri e alti quindici e rappresentano vari temi.

“Segnali di fumo” è dedicato al problema dell’inquinamento del pianeta. Si vedrà un mappamondo che, aprendosi, mostra due mani che sorreggono un bimbo. Nella parte centrale ci sono due ragazzi, in quella laterale le farfalle sono posate sui fiori il tutto in un contesto di paesaggi naturali e incontaminati.

“Grease” interpreta la politica attuale, con il presidente del consiglio Giuseppe Conte nei panni di John Travolta, l’attore che ha interpretato Danny innamorato di Sandy. Dopo un periodo idilliaco nasce qualche problema. Sandy rivorrebbe il ragazzo dolce e gentile conosciuto, mentre Danny viene risucchiato dal vortice della sua banda di ragazzi della scuola.

“L’alchimista illuminato” raffigura un uomo capace di vedere oltre la mentalità del territorio segnando finalmente la giusta via per rimettere in piedi il Golfo di Gaeta. Propone collaborazioni di tutti i tipi allo scopo di creare un indotto comprensoriale, cerca di esportare il nostro brand territoriale anche all’estero, arrivando perfino in Cina e fa spesso da apripista su numerose nuove iniziative di sviluppo, che cominciano a dare non solo al suo comune, ma anche a tutto il Golfo di Gaeta, una visibilità mai avuta, prima in ambito nazionale ma ora anche in ambito internazionale. Non ci vuole molto per capire che si parli del sindaco Mitrano.

Infine, “La belva nel cuore”: dalla giungla spunta una belva feroce e mostruosa che incute timore e spaventa tutti. Punta la sua rabbia su una fanciulla che indifesa riesce però, nonostante la sua fragilità, a suscitare nel gorilla un sentimento d’amore tanto che decide di risparmiare la donna dimostrando così un animo nobile.

Ogni carro sarà accompagnato da circa 400 figuranti provenienti da scuole di danza e palestre.