giovedì 6 Ottobre 2022

Gaeta, Partito Comunista: “Bilancio approvato dalla cricca delle privatizzazioni”

Dietro Acqualatina c’è una multinazionale francese che pensa solo al suo profitto, ma chi politicamente rende possibile tutto ciò sono gli stessi che indistintamente tagliano sanità e servizi pubblici nel nome delle multinazionali e di quel loro apparato denominato UE.

A sottolinearlo è il Partito Comunista Gaeta – Sez. Mariano Mandolesi dopo l’approvazione del bilancio nell’ultimo Consiglio comunale.

“Da un lato continuano imperterriti a chiudere contatori in maniera subdola e furtivamente, come ci è stato segnalato da cittadini, in sfregio a tutte le leggi, le norme sanitarie e la delibera del Consiglio comunale da noi proposta e passata a Gaeta – continua la nota -. Dall’altro sbandierano ai quattro venti ben 7,7 milioni di euro di utili, e le vostre bollette via via aumentate con il consenso di quasi tutte le Amministrazioni locali, alla faccia di chi si vede uscire melma e terra dai rubinetti per lunghi periodi dell’anno per mancanza di investimenti nelle infrastrutture”.

Tutto questo nonostante il referendum nazionale per la gestione veramente pubblica, che “è diversa da spa e simili a maggioranza pubblica che devono comunque produrre utili su di noi, proposte  truffaldine del centro sinistra a traino PD che nel Lazio tifa ACEA”.

Da qui, secondo il movimento, l’aumento in bolletta.

“Noi comunisti continuiamo a supportare chi lotta, chi boicottano il pagamento delle bollette finché non sarà rispettata la volontà popolare”.

Katiuscia Laneri
Giornalista pubblicista dal 1997. Conduttrice, scrittrice, videoreporter pluripremiata e pioniera dei new media. E' stata, tra le altre esperienze, fornitore di servizi per RAI TgR e corrispondente freelance per diverse testate e agenzie nazionali, anche da teatri di guerra quali Afghanistan, Libano e Kosovo. Esperta di economia turistica con la passione per le produzioni televisive.

CORRELATI

spot_img
spot_img