fratello disabile

Riceveva da tempo sul telefonino messaggi e video di natura pornografica. Il ragazzo minorenne, di Gaeta, si è confidato con i genitori e insieme a loro ha deciso di sporgere denuncia.

I contenuti osceni, che hanno turbato il minore, venivano inviati sia su WhatsApp e Istagram. Immediati sono scattati gli accertamenti della questura di Gaeta. Le indagini hanno portato alla denuncia di un cittadino straniero residente a Mondragone, per adescamento di minore.

L’intestatario dell’utenza telefonica, dalla quale venivano inviati i messaggi, residente in Basilicata, non era l’utilizzatore. Solo dopo un attento esame delle celle e del tabulato telefonico, gli investigatori sono riusciti ad identificare e individuare lo straniero di 20 anni. Immediata è scattata la denuncia.