venerdì 12 Luglio 2024
spot_img

Gaeta, il sindaco vieta la somministrazione di cibi e bevande in contenitori di plastica

Gaeta sempre più plastic free. Domai andrà in vigore l’ordinanza del sindaco Cosmo Mitrano che contiene le disposizioni per la riduzione dei rifiuti, l’incremento della raccolta differenziata e la riduzione dell’impatto ambientale anche attraverso il divieto di somministrazione di cibi e bevande in contenitori di plastica.

In tutti gli esercizi pubblici di somministrazione di alimenti e bevande e negli stabilimenti balneari e concessionari con esercizi pubblici presenti al proprio interno sarà vietato utilizzare piatti, vassoi, bottiglie, cannucce, bicchieri ecc. che non siano biodegradabili.

Lo stesso divieto vale in occasione di feste e manifestazioni pubbliche di qualsiasi genere.

“Gaeta plastic free – spiega il sindaco Cosmo Mitrano – si inserisce in un percorso che la nostra amministrazione porta avanti da anni con convinzione e determinazione in piena sintonia con la strategia europea al fine di rendere riciclabili tutti gli imballaggi di plastica affrontando la questione delle micro plastiche frenando il consumo di plastica monouso. Non a caso sono diverse le iniziative che ci vedono in prima linea soprattutto per la riduzione dei rifiuti in particolare sul litorale dando seguito a diversi protocolli d’intesa con la Capitaneria di porto di Gaeta, la Camera di commercio di Latina, l’Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno settentrionale, l’Azienda speciale per l’economia del mare, Confcommercio Lazio-Sud, l’associazione “Marevivo”, le associazioni di categoria ed ambientaliste”.

L’assessore alla raccolta differenziata Felice D’Argenzio aggiunge: “Occorre orientarci  verso un nuovo modello di economia che rispetti l’ambiente, attraverso una società che non produca rifiuti ma sappia creare ricchezza e benessere con il riutilizzo e la rigenerazione delle risorse. Perché questo accada, è necessario un profondo cambio di mentalità ed occorre farlo subito”.

“Siamo fermamente convinti del valore di questa ordinanza – rileva l’assessore alle politiche ambientali Teodolinda Morini – perchè essere un Comune Plastic free vuol dire schierarsi contro l’uso della plastica per salvaguardare i nostri mari, il territorio, la nostra salute e quella degli animali e dell’intero pianeta terra”.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img