Polizia

Faceva sparire somme di denaro da casa del suo datore di lavoro, un imprenditore di Gaeta. Ma l’uomo quando ha iniziato a nutrire sospetti si è rivolto alla Polizia. Così è stata denunciata una collaboratrice domestica che rubava soldi nella casa dove lavorava. Ora la donna, 45 anni, dovrà rispondere di furto aggravato e continuato.

L’uomo da qualche tempo notava che in casa mancavano somme di denaro, nello specifico, banconote da 50 euro, soldi che depositava in casa per motivi di lavoro. La collaboratrice domestica sapeva dove si trovava la somma di denaro, e per questo i sospetti si sono concentrati su di lei.

Così l’imprenditore si è rivolto a un legale, che a sua volta gli ha consigliato di rivolgersi alla Polizia. Su consiglio delle Forze dell’Ordine, in casa sono state installate telecamere nascoste, mentre le banconote sono state fotocopiate.

Ieri mattina l’ennesimo ammanco di denaro. Come da accordi, l’imprenditore ha fatto intervenire la Polizia di Stato con la Volante del Commissariato di Gaeta. Agli agenti è bastato visionare le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza nascoste per accertare l’accaduto. La donna era effettivamente responsabile del furto. 

Sottoposta a perquisizione personale, è stata trovata in possesso delle banconote sottratte, riconoscibili grazie alle fotocopie fatte precedentemente.

Di fronte all’evidenza dei fatti, la 45enne ha ammesso le sue responsabilità. Confessando inoltre di essersi impossessata di una cospicua somma di denaro. Inevitabile la denuncia in stato di libertà.