Nicola Procaccini
Nicola Procaccini

Sono stati premiati oggi con l’ambito riconoscimento di Alfiere della Repubblica Italiana.

Il titolo, ricevuto direttamente dalle mani del Presidente Mattarella, è per meriti acquisiti nel loro percorso di studi.

Hanno preso almeno 9 all’esame di terza media, la media dell’8 nei primi 4 anni delle superiori e 100 alla maturità: sono questi i criteri che hanno decretato i migliori studenti d’Italia.

Su 3mila candidati che hanno presentato la candidatura, solo 26 sono stati scelti tra i più bravi “scolari”.

Ma per Francesca Ludovici, diplomatasi al Liceo classico di Latina, e Diego Sparagna, lo studente di Nettuno, le soddisfazioni non finiscono qui.

“Nei prossimi giorni inviterò, questi due ragazzi, in rappresentanza dei 26 ragazzi insigniti oggi del prestigioso riconoscimento, a visitare la sede di Roma del Parlamento Europeo e a Bruxelles per fargli i miei complimenti e avere con loro un proficuo scambio di idee sul futuro dell’Europa”.

L’invito arriva dall’europarlamentare di Fratelli d’Italia Nicola Procaccini.

“Sono i giovani il vero patrimonio da valorizzare per costruire il futuro dell’Italia: creiamo le condizioni perché anche la loro prospettiva professionale sia in nel nostro Paese. Abbiamo il dovere, come cittadini e come rappresentati istituzionali, di garantire le condizioni affinché talenti come Francesca e Diego, ma, più in generale, tutti i nostri giovani, non lascino l’Italia per portare all’estero il loro patrimonio culturale e creativo, come purtroppo, seppur a malincuore, ha dichiarato una delle altre ragazze premiate. La vera ricchezza dell’Italia sono i nostri giovani, sono i talenti che tutto il mondo ci invidia. Ecco perché sarà un piacere condividere idee e prospettive con questi nostri ragazzi”.