Home Politica Forza Italia riparte da Sabaudia all’insegna dell’ex sindaco Maracchioni e della buona...

Forza Italia riparte da Sabaudia all’insegna dell’ex sindaco Maracchioni e della buona politica

0

Il gotha di Forza Italia ha partecipato ieri all’inaugurazione della nuova sede del partito in via Carlo Alberto a Sabaudia.

La sede è stata intitolata ad “Alessandro Maracchioni già sindaco di Sabaudia”, scomparso il 18 luglio del 2008 dopo una malattia fulminea e devastante.

Un video che ha fatto scorrere le immagini dei momenti salienti della sua attività ha suscitato grande emozione nei presenti.

Tutti gli interventi si sono concentrati sul ricordo di Maracchioni che ha segnato il passo allo sviluppo di Sabaudia e della Provincia di Latina in cui ha ricoperto il ruolo di assessore in diversi settori.

C’erano il presidente del parlamento europeo, Antonio Tajani, in corsa per la conferma alle europee di maggio.

Accanto a lui, tra gli altri, il coordinatore regionale di Forza Italia Lazio, Claudio Fazzone, il presidente della commissione regionale sanità, Giuseppe Simeone, Giovanna Miele, consigliere comunale e provinciale a Latina, Salvatore De Meo, sindaco di Fondi, Vincenzo Carnevale, consigliere comunale a Fondi e provinciale, Fabio Martellucci ex assessore provinciale, Paolo Torelli, consigliere comunale a Pontinia, Augusto Basile, commissario comunale a Terracina e Giovanni Secci, organizzatore della serata e commissario azzurro a Sabaudia.

Presenti tantissimi esponenti del partito a tutti i livelli e il presidente della Provincia di Latina, Carlo Medici.

Nessun accenno alle elezioni.

L’inaugurazione della sede di Forza Italia ha avuto un solo grande protagonista, Alessandro Maracchioni.

“Prestarsi sempre per risolvere i problemi sia come tecnico che come sindaco. Un esempio, un tracciato – spiega Fazzone – quello di Maracchioni, su cui proseguire all’insegna della buona politica, quella impegnata a dare risposte ai cittadini”.

Duro verso l’amministrazione comunale di Sabaudia, guidata da Giada Gervasi, il commissario Secci.

“Forza Italia – spiega Secci – vuole tornare protagonista e riportare questa città allo sviluppo che merita e che oggi è negato dall’incuria e dall’approssimazione di questa maggioranza. Voglio riempire di contenuti questa sede che non è solo uno spazio fisico ma che intendiamo rendere lo spazio dove grazie all’entusiasmo di tanti giovani e di tutti coloro che, anche sulla scorta della preziosa esperienza accumulata, vogliono davvero lasciarsi alle spalle questa amministrazione dove le tasse aumentano, i servizi tracollano e di sviluppo non c’è neanche l’ombra”.

Una vera e propria festa forte anche dei risultati conseguiti alle elezioni provinciali.

Tra fuochi d’artificio e strette di mano Forza Italia risale la china all’insegna del radicamento e sotto la guida dei suoi leader.

Ora si guarda avanti e le europee sono il prossimo banco di prova.

 

Exit mobile version