alessandra mussolini

Mancano poco più di 24 ore alla scadenza dei termini per la presentazione delle liste per le elezioni europee di maggio.

Forza Italia è in pieno fermento.

E, soprattutto, è alle prese con l’esigenza di trovare donne da inserire nelle liste per rispettare le cosiddette quote rosa.

Secondo l’attuale legge elettorale, le donne in accoppiata con il numero 1, in questo caso proprio Berlusconi fatta eccezione per il collegio Centro riservato a Tajani, avrebbero buone possibilità di essere elette, mentre sarebbero penalizzati i colleghi uomini.

E questo sarebbe motivo di forti malumori e tensioni interne, tra le varie correnti.

Domani a Roma si svolgerà un vertice dello stato maggiore azzurro e sul tavolo dovrebbe arrivare una soluzione.

Le difficoltà non sono poche e il leader Berlusconi con il vice presidente Tajani si stanno facendo in quattro per trovare donne competitive da candidare.

A confermare le criticità in atto la possibilità che, nel collegio a cui appartiene il Lazio, quello dell’Italia Centro, venga candidata Alessandra Mussolini già nella lista per la circoscrizione Sud.

Si tratterebbe di un ritorno, dopo le europee del 2014, quando proprio il boom di preferenze della Mussolini scippò di pochissimo il seggio a Bruxelles ad Armando Cusani che, pur ottenendo un record di voti, non riuscì ad entrare nell’Europarlamento.