lunedì 17 Gennaio 2022

Forte vince le primarie, Passamonti: è la conferma che la buona politica è l’antidoto al voto di protesta

di Giusy Cavallo – Massimo Passamonti è stato uno dei più appassionati sostenitori di Forte nella campagna elettorale pre primarie. Tanto appassionato da aver ammesso anche di temere brogli e un certo “inquinamento” della consultazione elettorale. All’indomani del voto gli organizzatori hanno confermato che le primarie si sono svolte in modo corretto e senza alcuna irregolarità, un motivo in più per festeggiare la vittoria di Forte.

Come commenta la vittoria di Enrico Forte?

E’ una vittoria importante e straordinaria non solo per il PD, ma per tutta la città perché Forte si è confermato una personalità e una figura capace di aggregare, attorno alla sua proposta politica, il consenso di una parte importante della città che finalmente ha ritrovato motivi e occasione per ritornare a svolgere un ruolo nella costruzione del futuro della città di Latina.

Il voto a Forte può essere interpretato anche come un “no” al civismo all’interno del partito?

Sì, la scelta di Forte è la conferma che non è vero che siamo dominati dall’antipolitica e che una buona politica fatta di credibilità di chi la propone può essere il vero antidoto al qualunquismo e al voto di protesta fine a se stesso.

Adesso come si ricompatta il PD?

Penso, spero, che al più presto le tossine della campagna elettorale vengano smaltite, anche perché il PD ha l’occasione storica di guidare il Comune di Latina e non può essere buttata via le lacrime e le arrabbiature della sconfitta né con la chiusura nei confronti di una proposta che ha ottenuto comunque un largo consenso.

Da dove devono ripartire Forte e Moscardelli?

Non si tratta più di fare ragionamenti sulle persone: il significato di questa campagna elettorale è che Enrico Forte è stato capace di presentare se stesso come una personalità affidabile e matura per offrire la propria esperienza al servizio della città. Nello stesso tempo è stato capace di aggregare e rimettere sul tavolo della discussione politica esperienze diverse e di provenienze diverse, accumunate, però, da un vero e coerente impegno politico nei confronti della città, dei suoi bisogni, della necessità di dare un progetto, una speranza e un ruolo a Latina.

Qual è il primo passo da fare adesso?

Il primo passo, a mio avviso, è continuare a rafforzare il dialogo con la città che Enrico ha ben impostato con il ViaggioxLatina, preferendo il confronto con la realtà vera di Latina e non con quella da spot pubblicitario che si è voluta mettere sul piatto della competizione delle primarie. Su questa base bisogna cercare di arricchire le proposte utili a dare risposte ai problemi emersi durante il viaggio delle primarie con una piattaforma politica e di governo che possa ottenere un ampio consenso, capace davvero di coinvolgere la città, le sue delusioni ma anche le sue speranze.

Tu ti sei esposto in prima persona per Enrico Forte, che progetti hai per il futuro?

Io credo che Enrico sia stato bravo a considerare che, nella città di Latina, l’esperienza laica, riformista e socialista è stata importante e significativa. Un’esperienza che si era interrotta nel ‘93 proprio con l’avvento del ventunennio dei governi di centrodestra e questa intuizione è stata una prova importante della sensibilità politica di chi ha vinto le primarie. La consapevolezza di questa sensibilità di Forte è il motivo dell’impegno per tanta parte della città che ha cercato in questi 21 anni di avere una risposta reale, concreta e riformista ed è occasione per sentirsi ancora più impegnati nei prossimi mesi a sostegno della candidatura di Enrico, per farlo diventare il primo sindaco di Latina di un governo di centrosinistra alla guida della città. A me è piaciuto molto lavorare con Enrico, insieme ad amici e compagni ritrovati, intorno ad un progetto. In futuro l’impegno sarà lo stesso, mio personale e di tanti cittadini che contribuiranno a far sì che questo progetto e rinnovato entusiasmo trovino uno sbocco importante.

CORRELATI

spot_img
spot_img