mercoledì 6 Luglio 2022

Formia verso l’efficientamento del settore rifiuti, fondi Pnrr per 1.5miliardi

Nuovi impianti di gestione rifiuti, attrezzature ad alta tecnologia, programmi d’intervento, strumenti hardware e software e un più efficace sistema di sorveglianza: il Comune di Formia punta al miglioramento e all’efficientamento del settore rifiuti urbani finanziando i progetti con i fondi del Piano nazionale ripresa e resilienza.
In particolare, il Comune di Formia ha aderito al bando del Ministero della Transizione Ecologica in merito alla linea di intervento per il miglioramento e meccanizzazione della rete di raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Ciò nell’ambito del finanziamento di interventi per la somma complessiva di 1.5 miliardi di euro per la realizzazione di nuovi impianti di gestione dei rifiuti e l’ammodernamento di quelli già esistenti e 600 mila euro per la realizzazione di progetti “faro” di economia circolare.
L’amministrazione comunale ha chiesto un finanziamento di oltre 840mila euro per l’acquisto di attrezzature dotate di alta tecnologia. Un programma di intervento che è volto al miglioramento delle procedure per la realizzazione di nuovi impianti di gestione, la realizzazione di strumentazione hardware e software per la gestione del servizio, un migliore monitoraggio dei mezzi, una più efficace segnalazione di eventuali rifiuti abbandonati. Diversi aspetti che vanno a qualificare e diversificare le filiere della raccolta differenziata con ulteriori flussi per ricavarne un valore aggiunto e permettere al cittadino di conferire anche rifiuti non compatibili con i normali circuiti di raccolta.
“La gestione dei rifiuti è sicuramente uno dei problemi ambientali più estesi, ma grazie alle risorse del PNRR il gap impiantistico può essere finalmente colmato e la città potrà soltanto beneficiarne – fa sapere il sindaco Gianluca Taddeo – L’amministrazione è sempre stata molto attenta nella partecipazione ai bandi. Il progetto ambisce ad unire la raccolta dei rifiuti in città ad una tecnologia avanzata che darà nuova linfa vitale al sistema di raccolta, un altro passo avanti per migliorare la raccolta differenziata e creare ulteriori strutture di trattamento del rifiuto”.
“La qualità della raccolta si è particolarmente elevata negli ultimi anni grazie al prezioso lavoro della Formia Rifiuti Zero e all’impegno costante di tutta la cittadinanza – sottolinea l’assessore all’Ambiente Eleonora Zangrillo – Sono tante le sfide da affrontare che vogliamo tornare a porre con obiettivi precisi e ben definiti. Di recente il Comune è stato ammesso al contributo regionale per l’applicazione della TARIP, la tariffa puntuale, che si paga per il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, un sistema equo perché ottiene una partecipazione diretta dei cittadini premiando i comportamenti virtuosi di chi differenzia correttamente i materiali riciclabili e riduce al minimo i rifiuti non riciclabili. La tariffa puntuale si basa sul quantitativo di rifiuti prodotto, e non sulle dimensioni degli immobili, sul principio ‘chi meno inquina, meno paga”.
Intanto dall’ultimo dossier di “Comuni Ricicloni 2021” di Legambiente Lazio, nell’ambito della IV edizione dell’Ecoforum regionale che Legambiente realizza con il contributo della Regione e dedicato all’analisi dell’economia circolare, il Comune di Formia si è attestato al 70,60%, un dato molto positivo che rispecchia un andamento sempre più crescente sotto questo aspetto.

CORRELATI

spot_img
spot_img