Caboto Gaeta

di Daniela Pesoli – I dati lo indicano chiaramente: la costrizione in casa, come misura per arginare la diffusione della pandemia, fa aumentare le violenze domestiche sulle donne.

Un’emergenza nell’emergenza che si sta cercando di contenere con servizi mirati, come a Formia dove l’associazione “Mai più vittima”, in collaborazione con il Comune, ha attivato una linea di aiuto destinata alle donne che potrebbero avere bisogno di supporto.

L’associazione offre servizi legale, psicologico e pedagogico h 24 attraverso la pedagogista criminologa Maria De Tata, la psicologa e psicoterapeuta Amalia Pompei e la dirigente medico del Dea di Formia Caterina Nocella.

“Mai più vittima” supporta attualmente diversi casi di violenza domestica verso donne e minori sempre con la collaborazione del Comune di Formia, sede dell’associazione.

Per usufruire del servizio è possibile chiamare il numero 3517940443 oppure scrivere alla mail maipiuvittima@gmail.com.