castello di Gianola
Il castello di Gianola

Partirà giovedì 25 aprile il viaggio alla riscoperta e alla valorizzazione dei siti culturali della città di Formia, all’interno dell’evento Dimore storiche.

Quattro giornate di visite gratuite che fino a domenica 28 aprile consentiranno l’apertura straordinaria della Torre di Castellone, di Mola, dell’area archeologica di Caposele, del Cisternone e del Teatro romano.

Dalle 10.30 alle 13 e dalle 17.30 alle 20.30 l’associazione Rta Sinus Formianus offrirà a tutti l’opportunità di vivere le bellezze del territorio.

In particolare sarà lo spettacolo in programma per sabato 27 aprile, dalle 20.30 alle 21.30, ad accompagnare i partecipanti tra gli ambulacri sotto piazza Vittoria. I turisti verranno guidati in un percorso virtuale dall’archeologo Gianmatteo Matullo.

Un patrimonio ricchissimo per il Comune di Formia, che però manca di un altro gioiello su cui la Regione Lazio ha annullato l’apertura: il castello di Gianola.

Di proprietà dell’avvocato Gennaro Orefice, è stato oggetto dal 2011 di una serie di esposti per mettere in evidenza come la fortezza abbia subito abusi edilizi e paesaggistici.

A seguito della nota inviata dal sindaco di Formia Paola Villa, che ha scongiurato l’ipotesi che potesse essere una dimora storica proprio per questo motivo, l’ente regionale comunica la sospensione cautelativa.

“Qualora non avessi fatto presente l’irregolarità – ha affermato il primo cittadino – coloro che andavano al castello di Gianola vedevano tutto, tranne che le vere opere. Continueremo a salvaguardare il nostro splendido luogo”.