Nati per leggere Formia

Promuovere la lettura a voce alta nelle prime fasce d’età da 0 a 6 anni.

E’ l’obiettivo che ha condotto l’assessore alla cultura del Comune di Formia, Carmina Trillino, a sottoscrivere un protocollo d’intesa con la referente del coordinamento “Nati per Leggere Regione Lazio”, Loredana Marciano, e le biblioteche comunali “Filippo Testa” e “La Casa dei Libri” di via Cassio.

Un’accordo con cui Formia aderisce al programma nazionale di “Nati per leggere” e che coinvolge figure professionali idonee per la sensibilizzazione delle famiglie alla lettura precoce. Attraverso corsi ad hoc si intendono formare soggetti pubblici e privati, in particolare pediatri di famiglia, bibliotecari, educatori degli asili nido, insegnanti della scuola dell’infanzia.

L’iniziativa “Nati per leggere”, nata nel 1999 dal connubio tra l’associazione italiana biblioteche, l’associazione culturale pediatri e il centro per la salute del bambino di Trieste, educa alla lettura come buona pratica per la conoscenza e la crescita culturale. Tra i benefici prodotti c’è anche quello di riuscire a migliore il rapporto tra genitore e figlio.