mare Formia
Il lungomare di Vindicio

di Daniela Pesoli – A Formia si pensa al dopo Covid 19 e alla stagione balneare 2020 per far trovare la città pronta alla fase successiva all’emergenza sanitaria.

“L’amministrazione comunale – spiega il sindaco Paola Villa – ha iniziato a programmare e attivare ogni iniziativa idonea a garantire che la stagione, quando vedrà l’auspicato avvio, si possa svolgere senza dovere scontare ulteriori ritardi e disservizi. Tutto ciò è stato anche anticipato ai capigruppo di minoranza, che ritengo ringraziare per la condivisione dell’intendimento, oltremodo importante per questa particolare fase che la comunità formiana sta affrontando”.

Ieri sera la giunta comunale ha dettato agli uffici demaniali del settore urbanistica e gestione del territorio gli indirizzi sia per il servizio di assistenza e salvataggio a mare sia per il reperimento di aree private per l’esercizio di parcheggio autovetture a carattere stagionale, in linea con quanto operato nelle precedenti annualità.

“Ciò allo scopo – aggiunge il sindaco – di consentire agli uffici di avviare anticipatamente le attività conseguenti, proprio per accelerare – quando terminerà la perdurante fase emergenziale – la ripresa di tutte le attività mediante l’approntamento, sia da parte del pubblico che del privato, delle relative procedure e azioni necessarie per i servizi di cui la città avrà bisogno per sostenere e rilanciare le attività turistiche.

Gli obiettivi sono quelli di assicurare, nelle spiagge libere di Formia, un adeguato servizio di vigilanza balneare con la presenza di bagnini di salvataggio e ridurre i disagi ai residenti e ai turisti a causa degli eventuali fenomeni di traffico urbano derivante dai flussi di visitatori, implementando gli spazi deputati alla sosta mediante l’autorizzazione all’utilizzo temporaneo, per non oltre 90 giorni, di eventuali aree idonee.

Saranno pertanto diffusi avvisi pubblici per raccogliere manifestazioni d’interesse e partecipazione ai bandi non appena le condizioni emergenziali lo permetteranno.