giovedì 29 Settembre 2022

Formia è alla ricerca di nuovi parcheggi, avanza l’ipotesi del Molo Vespucci

L’estate fa capolino da alcuni giorni e l’amministrazione Villa giunge ai ripari, limitando l’impatto del traffico turistico sulla vivibilità dei cittadini.

Per risolvere la temporanea indisponibilità del parcheggio multipiano “Aldo Moro”, il Comune informa che “sono state poste in essere tutte le attività propedeutiche secondo quanto programmato e concertato con gli operatori del settore e gli enti predisposti al controllo”.

Quindi, ciò vuol dire che si è provveduto già a scegliere chi si occuperà dei servizi balneari sulle spiagge libere del territorio, tenendo conto della nuova ordinanza che stabilisce le regole a cui sottostare.

Fondamentale appare l’adozione di una delibera di giunta, la numero 161 del 30 maggio 2019 e la pubblicazione del relativo avviso pubblico per il reperimento di aree private da adibire alla sosta nell’arco di tempo compreso tra giugno e settembre.

La ricerca si estende dal litorale di ponente alla zona di levante, ed include l’asse ferroviario della linea Roma-Napoli.

La soluzione più appetibile dal punto di vista planimetrico-progettuale è il Molo Vespucci, il quale potrebbe essere momentaneamente potenziato con spostamento del capolinea e conseguente incremento di 150 unità.

“E’ con prudente ma ragionevole ottimismo – ha detto l’assessore Paolo Mazza – che spero si concluda positivamente e a breve la procedura in merito all’ampliamento dei posti auto al Molo Vespucci, consentendo di attraversare così il centro urbano. Ci auguriamo che le condizioni meteo diano modo ai commercianti di entrare finalmente nel pieno del loro esercizio”.

“Abbiamo esaminato e recepito favorevolmente la proposta di delibera  – ha aggiunto il presidente della commissione urbanistica Pasquale Martellucci – Sappiamo che occorreranno ulteriori sforzi per risolvere il problema dei parcheggi, ma un primo piccolo passo è stato compiuto”.

Francesca De Meo
Laureata in Letteratura, scrittura, editoria all'Università degli Studi di Roma La Sapienza, ha fin da piccola coltivato il sogno di fare del giornalismo una professione seria e attenta alle dinamiche della società.

CORRELATI

spot_img
spot_img