lunedì 26 Settembre 2022

Formia, “Corza de gliu fucarone”: la manifestazione storica che chiude l’estate

Artisti di strada, degustazione di piatti tipici, mercatino medievale, mostra di pittura e fotografia, visite guidate alle aree archeologiche.

C’è un po’ di tutto in “Corza de gliu fucarone”, la manifestazione storica che tufferà Formia nel passato.

Un cartellone di eventi che andrà in scena il 4, il 5 e il 6 ottobre e che saluterà realmente l’estate.

A svelare ieri sera il programma, il vice sindaco Carmina Trillino, l’assessore al turismo Kristian Franzini, il presidente della Confcommercio Lazio sud Formia, Giovanni Orlandi.

“L’amore verso la nostra città – ha affermato l’organizzatore Renato Lombardi – ci ha portati a sbirciare di più nei meandri della storia. Esattamente 1104 anni fa, dopo la battaglia svoltasi sul fiume Garigliano, anche Formia veniva liberata dall’invasione dei Saraceni. Abbiamo ampliato il seguito di quella giornata, immaginando l’enfasi di coloro che portarono alla popolazione la notizia della pace e della libertà. L’iniziativa si sintetizza con una corsa a squadre, le quali da un capo all’altro annunciano la vittoria. Dovranno trasportare uno strumento di ferro (del peso di 200 kg che chiameremo ‘gliu fucarone’), sormontato da fiaccole, simbolo di luce spirituale. Il percorso di gara raccorda, sulla distanza di 1,5 metri, i borghi storici di Mola e Castellone”.

Francesca De Meo
Laureata in Letteratura, scrittura, editoria all'Università degli Studi di Roma La Sapienza, ha fin da piccola coltivato il sogno di fare del giornalismo una professione seria e attenta alle dinamiche della società.

CORRELATI

spot_img
spot_img