di Daniela pesoli – L’istituto alberghiero “Celletti” di Formia ha celebrato la giornata nazionale contro lo spreco alimentare con un convegno finalizzato a sensibilizzare sulla tematica e a prevenirne le cause.

Si è parlato quindi di cattive abitudini alimentari, consumismo, offerte, pubblicità martellante e altro con l’intervento di vari esperti.

Maurizio Serafini, docente di nutrizione ed alimentazione umana all’ università di Teramo ha parlato di “Dieta dell’antropocene: come nutrire la salute dell’uomo e del pianeta” e Massimo Malantrucco di Chef & Food Consultant ha sviluppato il tema “Etica e organizzazione in cucina”.

Ha concluso i lavori la giornalista Valeria D’Onofrio con il tema “Sprecare richiede una coscienza”.

Il convegno è stato moderato da Maria Solis, docente di scienza dell’alimentazione dell’istituto alberghiero di Formia.