cava dismessa Priverno
Il cantiere edile di Rio Fresco

Un ordigno bellico della seconda guerra mondiale, ancora potenzialmente pericoloso, è stato trovato nei giorni scorsi in un cantiere edile a Formia.

L’allarme è scattato quando gli operai presenti nel quartiere di Rio Fresco, si sono accorti di uno strano cilindro immerso nella terra. I lavori sono stati, da subito, bloccati.

Sul posto si sono precipitate la Polizia locale e il Ver sud pontino che hanno transennato la zona, prima dell’arrivo degli artificieri.

Stando alle prime ipotesi, si tratta di una bomba d’aereo lunga circa 1 metro e mezzo.

Ancora da definire le operazioni di disinnesco. L’unica certezza è che avverranno con la massima cautela e in piena sicurezza.

La città di Formia non è estranea a simili ritrovamenti.

Nel 2005 un altro ordigno bellico, rinvenuto nei pressi della stazione ferroviaria, era stato fatto brillare in via Pasquale Testa. In tale occasione furono evacuate 9000 mila persone e venne bloccata sia la linea ferroviaria Formia-Gaeta che la Flacca.