di Daniela Pesoli – Sarà eseguita questa mattina l’autopsia sul corpo di Francesco Bisecco, il 42 enne di Formia travolto sull’autostrada A2 Salerno-Reggio Calabria nella notte tra mercoledì e giovedi in territorio di Rogliano, provincia di Cosenza.

La salma si trova all’obitorio dell’ospedale di Cosenza e dopo l’esame autoptico, disposto dalla procura che indaga sul terribile incidente, sarà rilasciato il nulla osta per i funerali che si svolgeranno la prossima settimana a Formia.

La morte di Bisecco, dipendente di una ditta di traslochi, ha sconvolto la comunità di Formia dove l’uomo viveva con la moglie e due figli anche per l’assurda dinamica dell’incidente.

Bisecco stava rientrando dalla Sicilia dove si era recato per un lavoro e si trovava nella parte posteriore del furgone della ditta. All’improvviso, per motivi ancora al vaglio degli inquirenti, il portellone posteriore si è aperto e l’uomo è caduto sull’asfalto dell’autostrada.

Il tragico destino ha voluto che subito dopo sopraggiungesse un tir che lo ha investito e ucciso.

Inutili i soccorsi, allertati dall’autotrasportatore che guidava il tir. Francesco Bisecco è morto qualche minuto dopo il violento impatto.