Arriva in consiglio comunale la proposta di conferire la cittadinanza onoraria di Formia alla senatrice Liliana Segre, testimone della shoah quale sopravvissuta ai campi di concentramento nazisti.

Il punto è all’ordine del giorno della seduta di giovedì 20 febbraio.

La proposta è stata presentata lo scorso 6 dicembre al sindaco Paola Villa e al presidente del consiglio comunale Pasquale Di Gabriele dall’associazione Formia è, con allegate le firme raccolte in una petizione on line.

“Un atto dovuto e di gratitudine – queste le motivazioni dell’istanza – per il suo impegno e l’esempio vivente che rappresenta. Un riconoscimento dalla nostra città, da sempre impegnata nel difendere i valori di libertà e della nostra Costituzione repubblicana”.

Sono molti i comuni, in Italia, che hanno già conferito la cittadinanza onoraria a Liliana Segre, 89 anni, nominata senatrice a vita nel 2018 dal Presidente Sergio Mattarella proprio per il suo impegno a divulgare la memoria storica.

E di recente, dalla provincia di Latina, il sostegno a Liliana Segre si è manifestato anche con la partecipazione all’iniziativa nazionale dello scorso 11 dicembre a Milano contro le minacce social che l’hanno costretta a vivere sotto scorta.

Alla manifestazione erano presenti oltre 600 sindaci. Tra essi, i sindaci di Latina, Pontinia, Fondi, Cori, Sezze, Sermoneta, Bassiano, Roccagorga e Maenza.

E ora arriva la cittadinanza onoraria di Formia che dovrà essere approvata dalla massima assise civica.