domenica 17 Ottobre 2021

Formia accende l’estate con un cartellone di eventi, ma la Lega spegne l’entusiasmo

Formia scalda i motori ed è pronta a partire con un variegato calendario di appuntamenti per l’imminente stagione estiva.

Nonostante le temperature sembrino non aiutare i probabili villeggianti ad optare per la città del basso Lazio come metà delle loro vacanze, la commissione al turismo e alle attività produttive ha elaborato l’attesa programmazione.

Eventi studiati e selezionati a tavolino dall’assessore al ramo Kristian Franzini, dai consiglieri di maggioranza Giovanni Costa, Dario ColellaEmanuela Sansivero e di minoranza Nicola Riccardelli e Tania Forte.

Quattro i cardini su cui si baseranno.

Ad iniziare dal Festival della Commedia all’italiana, dal 30 giugno al 7 luglio, nelle location di piazzale “Aldo Moro”, sala “Falcone e Borsellino” e sul lungomare di Vindicio. All’interno è previsto un concerto del compositore gaetano Umberto Scipione, noto per aver realizzato le colonne sonore dei film di Alessandro Siani.

Dal 9 all’11 agosto ci sarà, invece, una grande rassegna urbana di contaminazioni di arte e cultura “Odisseo Festival”, che legherà Formia ai diversi porti del Mediterraneo. Si svolgerà nel rione di Castellone e nel Cisternone romano.

Spazio, poi, agli sport acquatici di surf e windsurf con una manifestazione “Expo” dal 22 al 28 settembre e alle “Notti Bianche” spalmate nelle feste patronali di Sant’Erasmo e San Giovanni. Si aggiungerà una terza serata, il 19 luglio, caratterizzata da un revival degli anni ’70.

Non mancherà il “Kebanda”, festival di street band itinerante, il “Formia International World Beer Festival”, “l’International Pizza Festival” e il “Waterfront Festival” al porticciolo Caposele.

Ritorneranno, infine, le “Notti di Cicerone” dal 12 al 15 settembre. Interrotte nel 2012, ora sono di nuovo alla ribalta con il nome di “Cicero non deve morire”.

“L’ obiettivo è di riaccendere le luci su Formia – ha spiegato Kristian Franzini – Sosteniamo manifestazioni importanti, veicolando la città fuori dai confini locali. Puntiamo ad incrementare l’ offerta in termini di marketing e a far crescere l’economia”.

Pensiero condiviso dal presidente della commissione turismo, Marco Bianchini: “Sono iniziative di spessore che, per merito degli operatori commerciali, accoglieranno molti personaggi del mondo dello spettacolo”.

Mentre per il Comune tutto ciò potrebbe, quindi, valorizzare l’immagine di Formia, offuscata dalla sua “amica-rivale” Gaeta, per il coordinamento politico della Lega si tratta di una programmazione esosa e priva di linee di sviluppo.

Una mortificazione per le piccole realtà, poiché si escludono le frazioni, le periferie e le associazioni che da 30 anni gravitano sul territorio.

“Se si pensa ai soldi che dovranno uscire per ottemperare al pagamento degli eventi – scrive in una nota la Lega – si resta veramente allibiti. Si va ad indebitare ancora di più l’amministrazione e con essa i cittadini, i quali dovranno rifondere questo denaro con le tasse. Si continua a spendere, anziché investire sul turismo”.

Francesca De Meo
Laureata in Letteratura, scrittura, editoria all'Università degli Studi di Roma La Sapienza, ha fin da piccola coltivato il sogno di fare del giornalismo una professione seria e attenta alle dinamiche della società.

CORRELATI

spot_img
spot_img