giovedì 29 Settembre 2022

Formia, 10 subacquei ripuliscono il porticciolo di Caposele

Si è svolta ieri anche a Formia, nel porticciolo di Caposele, l’iniziativa internazionale Spiagge e fondali puliti di Legambiente. Più di cento chilogrammi di piccoli rifiuti di ogni genere sono stati rimossi da una squadra di dieci subacquei muniti di autorespiratori  che si sono immersi sul fondale. Altrettanti tra le scogliere dai volontari delle numerose associazioni. A coordinare le varie fasi  la Capitaneria di Porto di Formia, che con il comandante Michele Danza ha provveduto a disciplinare e sorvegliare le attività svolte al fine di garantire la sicurezza dei subacquei e delle numerose imbarcazioni a vela  della Lega Navale Italiana che hanno partecipato facendo ingresso in rada.


“Per questa edizione – ha detto Dino Zonfrillo, il presidente del Circolo Sud Pontino di Legambiente  – abbiamo prescelto il porticciolo di Caposele per la stretta vicinanza con  la spiaggia di Vindicio, dove si sono registrati fenomeni di inquinamento dovuti allo sversamento di dischetti utilizzati nei depuratori e finiti in mare per un malfunzionamento. Infatti tra i tanti rifiuti raccolti sono stati rinvenuti anche questi dispositivi di plastica”.


“Sul fondale del porto i nostri subacquei  hanno trovato di tutto – ha aggiunto Pasquale De Luca capo istruttore della Associazione Vivere Il Mare –  Grattugie per il formaggio, bambole di plastica, orsacchiotti di peluche, ciabatte, reti abbandonate. Un campionario infinito di oggetti che terminato il loro ciclo di utilizzo invece di finire nella differenziata sono finiti in mare”.

“E’ necessario promuovere iniziative di questo tipo – ha precisato Emilio Civita di Lega Navale di Formia, che ha partecipato con  la squadra al completo delle imbarcazioni Classe Optimist che si è aggiudicata di recente primati in campo nazionale – per richiamare l’attenzione sulle emergenze ambientali”.


Dello stesso parere anche i responsabili delle altre associazioni, Circolo Nautico Caposele, Vela Viva e il responsabile del Progetto Policoro dell’Arcidiocesi di Gaeta Alessandro Scarpellino.
“Soddisfazione per il buon esito della manifestazione è stata espressa dal professore Ciro Ballone dell’ Istituto Tallini che ha partecipato con un gruppo di studenti, dal presidente del Parco Regionale Riviera di Ulisse Carmela Cassetta e di Assonautica Provincia di Latina Gianni Gargano che hanno preso parte all’iniziativa. L’iniziativa è stata sponsorizzata dalla Sammontana, azienda italiana ecosostenibile che ha offerto i gelati novità della stagione estiva.

Silvia Colasanti
Giornalista pubblicista dal 2009 ha cominciato a scrivere nel 2005. Laureata in Scienze politiche, con un Master in Diritto europeo, ha lavorato per tre anni (tra le altre esperienze) nella redazione de Il Tempo Latina, poi come redattrice al Giornale di Latina. Si occupa essenzialmente di cronaca, in particolare di cronaca giudiziaria

CORRELATI

spot_img
spot_img