prostituzione Fondi

Garantire sicurezza, decoro e vivibilità urbana. Questo lo scopo delle due ordinanze emesse oggi dal sindaco di Fondi, Salvatore De Meo.

Il primo provvedimento è finalizzato alla prevenzione di quelle forme di degrado che rischiano di passare inosservate. Prevede, infatti, il divieto dello stazionamento, dell’assembramento molesto e dell’accattonaggio su tutto il territorio. Soprattutto nei parcheggi pubblici e degli esercizi commerciali, nelle vicinanze delle scuole, della biblioteca, degli impianti sportivi e dei luoghi di culto.

La seconda ordinanza vuole offrire un ulteriore strumento alle Forze dell’ordine per rimuovere definitivamente il problema della prostituzione. I potenziali clienti potranno essere sanzionati anche solo per essersi fermati a curiosare o a chiedere informazioni. A tal fine sono state posizionate delle telecamere di videosorveglianza nelle aree circostanti.

“L’emissione delle due disposizioni sindacali – ha affermato De Meo – è stata resa possibile dal mutato quadro normativo, che a riguardo conferisce maggiori poteri ai sindaci. L’amministrazione comunale ha da subito deciso di confrontarsi con gli agenti di Polizia, grazie ai quali si è constatata la necessità di provvedimenti temporanei che rendano più efficaci i loro interventi. Molte sono state le segnalazioni pervenute dai cittadini. Perciò si è proceduto a sottoporre le ordinanze all’attenzione della Prefettura, ottenendo il relativo parere favorevole”.

Un percorso di tutela del suolo pubblico iniziato già dalla fine della scorsa estate.

“Con il progetto ‘Spiagge sicure’ – ha continuato il primo cittadino di Fondi – abbiamo iniziato a condividere con la Prefettura l’idea di sottoscrivere un protocollo della sicurezza. Stiamo programmando specifiche azioni per favorire nelle scuole una cultura della legalità, intesa anche come rispetto delle più elementari regole della convivenza civile, la cui inosservanza spesso determina un generale senso di degrado. Basti pensare all’abbandono dei rifiuti o ai vari episodi di vandalismo. Allo stesso tempo stiamo programmando il potenziamento degli impianti di videosorveglianza e impegnando sempre più il Comando di Polizia locale nelle attività di presidio e controllo del territorio. Mi auguro che l’adozione di tali provvedimenti possa sensibilizzare la nostra comunità”.