giovedì 8 Dicembre 2022

Arrestato per maltrattamenti in famiglia a Fondi, nega tutto davanti al giudice

E’ un 21enne di Fondi, N. F. le sue iniziali, la persona arrestata in flagranza di reato dai carabinieri per maltrattamenti in famiglia e sequestro di persona.

Il giovane è accusato di aver maltrattato il convivente, un 32enne anche lui della zona, col quale abitava dalla scorsa estate in un appartamento preso in affitto presso un Bed&breakfast della centralissima via Roma.

L’arresto domenica mattina dopo che la sera precedente, intorno alle 23, la vittima, o presunta tale, aveva chiamato i carabinieri. L’uomo ha raccontato di essere stato sequestrato dentro l’appartamento condiviso, in cui il 21enne l’avrebbe rinchiuso per poi allontanarsi con l’intenzione di tornare il giorno seguente.

A questo ha aggiunto di aver ricevuto maltrattamenti fisici e psicologici subiti nel periodo di convivenza, specialmente nell’ultimo mese, nonché lesioni e altre privazioni della libertà personale. A quanto raccontato, il compagno lo avrebbe anche messo sotto sorveglianza attraverso delle telecamere wireless piazzate dentro l’appartamento.

Il presunto reo è stato rintracciato in centro poco dopo l’intervento dei militari e tratto in arresto per essere rinchiuso presso la casa circondariale di Lanciano.

Ieri mattina è stato sottoposto ad interrogatorio, in videoconferenza, dal gip del Tribunale di Latina Giorgia Castriota. Dopo quanto dichiarato dal 21enne, che ha cercato di ridimensionare le accuse, il giudice ha deciso per la scarcerazione ma il giovane è stato posto agli arresti domiciliari in casa della madre.

CORRELATI

spot_img
spot_img