Fondi sarà una delle tappe della camminata organizzata dall’Associazione Europea delle vie Francigene che, quest’anno, in occasione del ventesimo anniversario dalla fondazione del sodalizio, si prepara a celebrare in grande stile uno degli itinerari più attrattivi al mondo.

Il gruppo, che si propone di promuovere il dialogo interculturale e interreligioso tra la comunità di chi cammina e le comunità che accolgono, partirà da Canterbury il 15 giugno per arrivare a Santa Maria di Leuca, la Finis terrae dell’impresa, il 18 ottobre.

La marcia attraverserà cinque Stati (Inghilterra, Francia, Svizzera, Italia e Vaticano), 16 regioni e 630 comuni per un totale di 3200 chilometri allo scopo di rilanciare il turismo sostenibile, culturale e responsabile della via Francigena e dei cammini d’Europa.

Obiettivo ultimo dell’iniziativa quello di supportare, su scala europea, la candidatura dell’intero percorso a Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco.

Tra i comuni scelti come punto tappa, e di conseguenza luogo di riferimento del progetto “Via Francigena. Road to Rome 2021”, anche Fondi. Il gruppo di camminatori arriverà sabato 18 settembre, sosterà l’intera domenica e poi ripartirà lunedì 20 alla volta di Formia.

A coordinare l’accoglienza e le varie iniziative che si svolgeranno in città, dai saluti istituzionali al coinvolgimento delle scuole, il Gruppo dei Dodici, il cui centro studi in via Cesare Auguro 10 è un importante punto di riferimento per tutti i camminatori della via Francigena del sud e, più in generale, per lo studio e la valorizzazione del percorso pontino.

“La nostra associazione – dichiara Giancarlo Forte presidente del Gruppo dei Dodici – da molti anni è impegnata nella realizzazione e promozione della Via Francigena a sud di Roma. È un onore per noi collaborare con l’AEVF per la migliore riuscita della Road to Rome. Abbiamo avuto un riscontro positivo da parte di tutti i comuni che verranno attraversati dalla camminata internazionale. In particolare dall’Amministrazione di Fondi , con cui collaboriamo da anni per la valorizzazione del tracciato della Francigena nel proprio territorio e che, sicuramente, accoglierà nel migliore dei modi i pellegrini che arriveranno e si fermeranno nella bella cittadina pontina”.

“Siamo orgogliosi di accogliere il gruppo di camminatori – commenta il sindaco Beniamino Maschietto – e di dare il nostro piccolo grande contributo affinché la via Francigena, che attraversa anche la nostra città, venga sempre più valorizzata. L’iniziativa – aggiunge – è anche un’occasione per verificare lo stato del percorso, mettendo in luce eventuali carenze e valutare miglioramenti in un’ottica della valorizzazione turistica dei singoli tratti regionali. Colgo occasione per invitare chiunque lo desideri a prendere parte alla camminata, anche soltanto per pochi chilometri, godendo di paesaggi, monumenti, storia, incontri e persone”.

“Chi cammina lungo la via Francigena – aggiunge l’assessore alla Cultura Vincenzo Carnevale – lo fa puntando una meta da raggiungere senza fretta, magari cambiando strada più volte per godersi i paesaggi, scoprire i monumenti o conoscere meglio le tradizioni del territorio che sta attraversando. Il proposito è quello di valorizzare questo turismo lento, facendo rete anche con le attività del litorale perché sono sempre più numerosi i camminatori che, dopo giorni di marcia, decidono di concedersi una piccola pausa godendo della tranquillità del nostro mare e delle nostre dune”.

Tra chi percorre la via Francigena con lo spirito mistico degli antichi viandanti e chi con l’animo del trekker, sono decine di migliaia le persone che ogni anno si mettono in marcia a piedi, o in bici, con l’obiettivo di raggiungere Roma. Tra le provenienze extra europee più numerosi ci sono Stati Uniti, Brasile e Australia.