sabato 24 Febbraio 2024
spot_img

Fondi, De Meo guarda al futuro. “Anche da Bruxelles sarò vicino alla città e alla mia comunità”

Ringraziamenti, bilanci, progetti futuri, auguri al successore. Nel discorso di commiato, prima di passare la fascia tricolore a Beniamino Maschietto, il sindaco Salvatore De Meo non ha dimenticato nulla.

Parlando per l’ultima volta al consiglio comunale di Fondi, lasciato per uno scranno a Bruxelles, ha iniziato dai ringraziamenti per chi lo ha accompagnato nella decennale esperienza di primo cittadino. Dalle istituzioni ai dipendenti comunali, dalle forze dell’ordine ai funzionari dell’ente, da consiglieri di maggioranza e opposizione alle liste della coalizione, con una particolare menzione al senatore Claudio Fazzone “che ha voluto darmi fiducia nel 2010 e sostenermi costantemente nel corso del mio operato”.

Poi la sintesi di quanto realizzato, con l’elenco degli obiettivi perseguiti e quelli raggiunti.

“In questi dieci anni circa – ha detto De Meo – abbiamo fatto tante cose e non posso negare che alcune non hanno visto la loro realizzazione, così come non escludo che alcune cose avrebbero potuto trovare anche soluzioni diverse. Rivendico la piena responsabilità di quanto fatto e di ciò che non è stato possibile portare a compimento, ma è evidente che in molti casi circostanze sopravvenute ne hanno condizionato l’attuazione”.

Quindi uno sguardo al futuro della città. “Tra le eredità del mio mandato vorrei poter lasciare una visione e un metodo di lavoro in grado di guardare anche al di fuori dagli ambiti comunali. Perseguire gli interessi della comunità cittadina significa, oggi più che mai, perseguire un progetto di territorio che coinvolga visioni più vaste, composto da relazioni tra comuni e istituzioni sovracomunali, siano esse provinciali, regionali, nazionali ed europee. Solo così si può ambire ad innalzare la qualità della vita della propria città”.

Definendo “un privilegio essere sindaco di Fondi e dei fondani”, De Meo si è detto sicuro che la sua stessa dedizione animerà anche Beniamino Maschietto, alla guida della città fino alla scadenza elettorale. “Formulo a lui i migliori auspici, nella consapevolezza che la sua pregressa esperienza da amministratore gli sarà preziosa ma anche che la squadra di governo sarà al suo fianco con la stessa determinazione e fiducia che ho avvertito io in tutti questi anni”.

Infine, l’impegno per Fondi anche dal parlamento europeo.

“Vi garantisco che anche nel mio nuovo ruolo da parlamentare europeo continuerò ad essere vicino a Fondi e al suo territorio cercando di dare sempre un contributo fattivo, con la concretezza e la responsabilità di chi per venti anni, in vari ruoli, è stato amministratore locale ed è cosciente delle urgenze dei cittadini a cui devono essere date risposte concrete”.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img