violenza di genere

Una giornata di sensibilizzazione sulla violenza di genere, che intende focalizzare l’attenzione sulla necessità di educare i giovani a un rapporto rispettoso e paritario tra donne e uomini.

E’ in programma per martedì 16 aprile alle 9, presso l’auditorium della Banca popolare di Fondi, “D’Amore non si muore”.

L’iniziativa, organizzata dal Comune, dal Nucleo bullismo e cyber bullismo del Cts e dall’associazione “Forma Mentis”, è patrocinata dall’Opes Latina, dalla presidenza del consiglio della Regione Lazio, dal garante dell’infanzia e dell’adolescenza.

E’ rivolta a tutti gli studenti degli Istituti superiori.

Alla manifestazione, moderata da Monica Sansoni, interverranno il direttore generale della Banca popolare di Fondi, Gianluca Marzinotto, il sindaco Salvatore De Meo, il prefetto di Latina Maria Rosa Trio, il questore Rosaria Amato, il garante per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Lazio, Jacopo Marzetti, il dirigente scolastico del “Corradini” e referente Cts Latina Roberta Venditti, il presidente dell’associazione “Forma Mentis” Clarita Pucci, il funzionario responsabile dello sportello istituzionale di ascolto minori e famiglia di Latina, criminologa e criminalista linguistica forense, Monica Sansoni.

Dopo la proiezione del cortometraggio “Vacanze separate” di Gabriele Brocani, il dibattito proseguirà con la psicologa Alessia Micoli, con le letture di Silvia Tagliavento e Andrea Rega dell’associazione culturale “Fonderie delle arti – signor Keuner”, con Maria Teresa Conte, presidente dell’associazione antiviolenza “Voci nel silenzio” di Minturno, con Annibale Grasso, speaker radiofonico, con Maria Rosaria Sasso, presidente dell’associazione “Media con Noi” e responsabile dello sportello di mediazione familiare del Comune di Gaeta, e con il trainer e coach Loredana Massimi.

La giornata si concluderà con una dimostrazione di difesa personale a cura del maestro Elio Paparello, campione mondiale di judo.