reperti

Custodiva in casa reperti archeologici risalenti all’età romana, di accertata rilevanza storica, tra cui varie monete di epoca imperiale, oggetti in piombo, utensili in ferro, monili in bronzo (una fibula ed un ciondolo a forma di campanello).

Protagonista del furto, un 46enne di Fondi.

L’uomo è stato denunciato dai militari della locale Tenenza, i quali hanno sequestrato l’intero materiale, assieme a un metal detector e a un bilancino di precisione.

La Soprintendenza per i beni archeologici del Lazio e l’autorità giudiziaria sono state informate.