osservazione breve intensiva Terracina

L’Osservazione breve intensiva presso l’ospedale “Fiorini” di Terracina sarà forse realtà. E’ quanto traspare dalle parole del direttore generale dell’Asl di Latina Giorgio Casati, durante il sopralluogo di venerdì scorso al vecchio nosocomio dismesso del Convento di San Francesco.

Un’occasione per fare il punto della situazione sull’offerta sanitaria nella provincia pontina, assieme al consigliere delegato alla sanità di Terracina Maurizia Barboni.

Questa settimana inizieranno finalmente i lavori per l’osservazione breve intensiva – ha rivelato il consigliere Barboni – Saremo vigili affinché partano realmente e si concludano nei tempi previsti. Tutti gli adempimenti burocratici sono stati ultimati, tutte le autorizzazioni rilasciate, quindi è il momento di dare concretezza ad una infrastruttura di primaria importanza”.

“Dovremmo essere in dirittura d’arrivo – ha specificato – anche per quanto riguarda la direzione dell’Unità operativa semplice di ortopedia, l’assunzione di nuovi anestesisti, la ristrutturazione della seconda sala operatoria e la realizzazione della piazzola per l’elisoccorso”.

Soddisfazione per il risultato raggiunto arriva da parte del comitato pro ospedale.

“L’istituzione dell’osservazione breve intensiva al ‘Fiorini’ di Terracina è una delle nostre battaglie storiche – ha commentato Antonio Bernardi – come il mantenimento e il potenziamento dei reparti e servizi erogati. In questi anni abbiamo intrapreso numerose iniziative a tutti i livelli istituzionali coinvolgendo le associazioni, i cittadini, i Comuni del comprensorio, la Regione e la Asl. Adesso, dopo il finanziamento di 650 mila euro della Regione Lazio ottenuto nel 2015, la gara d’appalto è stata aggiudicata. Conforta sapere che nella prossima stagione estiva, il periodo dell’anno apicale per quanto riguarda gli accessi al pronto soccorso, il nostro ospedale sarà dotato dell’osservazione breve intensiva, di più locali, attrezzature e personale”.