sabato 13 Luglio 2024
spot_img

Fare inclusione dall’IO al NOI a Latina la tavola rotonda con i Servizi sociali

Fare inclusione dall’IO al NOI. Si è tenuta lo scorso giovedì 20 giugno, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, la tavola rotonda organizzata dal SAI (Sistema Accoglienza e Integrazione) in collaborazione con l’assessorato ai servizi sociali del Comune di Latina.

Nella sala De Pasquale del Comune si sono incontrate tante realtà che ogni giorno lavorano nel campo dell’immigrazione, dell’accoglienza e dell’integrazione.

“La tavola rotonda ha avuto tra i suoi obiettivi – ha detto Tiziana Iannone coordinatrice del SAI Latina – di fare un’analisi il più possibile onesta dei punti di forza e delle criticità riscontrate nell’operatività, nell’agire quotidiano all’interno di un sistema che è molto articolato e non sempre privo di complessità al fine di mettere a punto un sistema integrato che faciliti le comunicazioni e anche che dia integrità e omogeneità alle azioni messe in campo sul territorio”.

Il via ai lavori è stato dato da Roberta Berrè, direttore dei servizi dei servizi sociali del Comune di Latina. Quindi la parola è passata all’assessore ai servizi sociali Michele Nasso per i saluti istituzionali.

Sono seguiti gli interventi tecnici che hanno riguardato i temi della sanità, della giustizia, dell’istruzione e del lavoro. Due ore piene di spunti, dalle quali è emersa una forza importante e una richiesta affinché possano nascere dei punti informativi volti ad accompagnare nell’accesso ai servizi la popolazione immigrata.

Gli interventi tecnici: Arcangelo Maietta – Responsabile UOSD popolazione migrante e mobilità sanitaria afferente al dipartimento dell’assistenza primaria.
Lisa Coletto – LGNET
Sara Casaldi – Avvocato di Strada
Antonella Solazzo – Nuovi Tragitti
Katia Boboc – ANOLF
Ivan Fausti – Caritas
Carolina Pernigotti – Amnesty International
Tatiana Cappucci – Welcome
Lorenzo Munari – Crocerossa
Lavinia Bianchi  – Collettivo Primo Contatto

“La sfida lanciata – continua Tiziana Iannone – è la realizzazione di un coordinamento permanente tra i soggetti pubblici e privati del territorio sottoscrivendo un protocollo d’intesa volto a favorire il percorso di un vero e proprio processo d’inclusione. Come ulteriore azione della rete proponiamo la creazione e programmazione di un Forum annuale tra gli addetti ai lavori”. 

Nel SAI di Latina, ad oggi, sono presenti 111 beneficiari. Un’équipe multidisciplinare e multiprofessionale composta da pedagogisti, educatori professionali, assistente sociale, psicologa – psicoterapeuta, psicologo del lavoro, mediatori linguistico-culturali (arabo, anglo- francofono, ucraino, persiano, somalo), insegnante di italiano L2  e da un numero considerevole di operatori dell’accoglienza quotidianamente operano per una piena ed efficace inclusione sul territorio dei  beneficiari.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img