Maxi operazione della Guardia di finanza di Latina e Caserta.

Le Fiamme gialle hanno scoperto una fabbrica abusiva, collocata in un capannone industriale abbandonato, di fuochi d’artificio nelle campagne di Spigno Saturnia, al confine con la provincia di Caserta.

I finanzieri sono arrivati al fabbricato industriale seguendo alcune delle persone che vi lavoravano.

Il blitz è scattato quando i militari hanno fermato un furgone uscito dall’edificio.

L’ automezzo aveva appena caricato centinaia di potenti petardi del tipo “Cobra”, un prodotto professionale che per la sua pericolosità può essere acquistato solo da soggetti che hanno adeguata capacità tecnica e per spettacoli pirotecnici.

Sequestrati 18 mila fuochi pirotecnici già assemblati per un peso di 450 chili di materiale esplodente, 56 chili di polvere pirica e sostanza chimiche da miscelare.

Sei persone, tra le quali quattro immigrati, tutti già denunciati in passato e residenti nel casertano, sono stati denunciati.

Gli agenti del Nucleo artificieri della polizia di Roma hanno messo in sicurezza i locali.

Successivamente è stata eseguita la bonifica con la rimozione del materiale sequestrato.