export Lazio

Dati export positivi per il Lazio nel 2019.

E’ la prima Regione italiana, con più 26,9%, a fronte di una media nazionale che si attesta quasi al 5%.

A compiacersi per i risultati ottenuti e diffusi oggi dall’Istat, Nicola Zingaretti.

“Nel primo semestre il Lazio ha esportato merci per 13,9 miliardi di euro, circa 3 miliardi di euro in più rispetto allo stesso periodo del 2018 – ha dichiarato il presidente regionale –  Numeri che provengono dalle province di Latina (+56,8%) e Frosinone (+27,3%). Settore trainante si conferma il farmaceutico, un’industria che nel nostro territorio crea ricchezza e occupazione”.

“Siamo pronti a sfide difficili – ha precisato Zingaretti – Abbiamo tutte le potenzialità per fare bene, grazie anche al coraggio degli imprenditori e ad una strategia condivisa con le rispettive amministrazioni locali. Dobbiamo consolidare questi traguardi, affinché il tessuto produttivo diventi sempre più dinamico, proiettato sui mercati internazionali e capace di offrire posti di lavoro ai giovani”.

Ma all’esultanza del governatore su un massimo storico, in cui Latina conquista il podio, il presidente di Unindustria è preoccupato per le altre branche dell’economia.

“La farmaceutica rappresenta sicuramente il più promettente – ha detto Filippo Tortoriello – con significative opportunità di sviluppo da sfruttare per attuare condizioni di contesto più favorevoli. Purtroppo per il Lazio un dato così importante è segnato in negativo dal rallentamento dell’automotive, che ha perso in sei mesi il 30% dell’export. Auspichiamo uno sforzo ulteriore, da parte della Regione, ad investire in particolare sull’internazionalizzazione e sulla digitalizzazione dei maggiori comparti”.